Aggiornato alle: 13:27

F1, Lewis Hamilton vince a Silverstone | Rosberg, penalizzato, è terzo. Incubo Ferrari

di Andrea Zito

» Altri Sport » F1, Lewis Hamilton vince a Silverstone | Rosberg, penalizzato, è terzo. Incubo Ferrari

F1, Lewis Hamilton vince a Silverstone | Rosberg, penalizzato, è terzo. Incubo Ferrari

| domenica 10 Luglio 2016 - 15:47
F1, Lewis Hamilton vince a Silverstone | Rosberg, penalizzato, è terzo. Incubo Ferrari

Lewis Hamilton ha vinto il Gran Premio di gran Bretagna 2016 di Formula 1, sul circuito di Silverstone. Il britannico della Mercedes (47 vittorie in carriera; 4 sul circuito britannico) ha preceduto sul traguardo Nico Rosberg e Max Verstappen, ma i giudici hanno poi invertito il podio, penalizzando Rosberg di dieci secondi e in pratica retrocedendolo al terzo posto per aver ricevuto aiuti via radio dai meccanici.

Quarto sul traguardo è giunto Daniel Ricciardo. Prova incolore per le Ferrari: Raikkonen è quinto, Vettel le tenta tutte per rimontare, ma alla fine è solo nono (partiva 11esimo).

Prima della gara, un breve diluvio (pioggia mista a grandine) induce la direzione di gara a dichiarare la partenza dalla Safety Car; anche se nell’ultimo settore la pista in alcuni tratti è quasi asciutta.

Dopo 6 giri, si parte e in pista rimangono solo poche vetture (Mercedes e Red Bull in etsta): tutti gli altri rientrano ai box e montano gomma intermedia. Ricciardo cambia le gomme il giro dopo, ma pochi istanti dopo, l’uscita di pista di Wehrlein porta ad una Virtual Safety Car: il cambio gommee viene ora effettuato da tutti i piloti.

Nonostante ciò la situazione non è variata di molto rispetto alla griglia di partenza: Hamilton precede Rosberg, Verstappen, Perez, Ricciardo e Raikkonen (autore di un testacoda senza conseguenze); Vettel è 12esimo ed è il primo a montare la gomma d’asciutto in condizioni ancora incerte.

Il campioncino della Red Bull però inizia a recuperare sulle Mercedes e in un niente è in scia a Nico Rosberg: la riedizione del duello in vista in Canada è appassionante, con Verstappen che ci prova, ma Rosberg chiude la porta; si sfiora il contatto, ma poi Verstappen piazza un clamoroso sorpasso all’esterno in uscita dalle Becketts.

Vettel inizia a recuperare con le gomme d’asciutto, ma poi vanifica tutto con un testacoda in curva 1, ancora molto bagnata; Verstappen continua a spingere per riagganciare la testa della corsa, anche commettendo un errore in curva 1 (anche Alonso sbaglia nello stesso punto), rischiando il traverso in un doppiaggio e subendo il rientro di Rosberg. Hamilton però non ne approfitta: anche lui è autore di un fuori pista con le gomme d’asciutto.

Al 35esimo giro riparte il duello far Rosberg e Verstappen: dopo 3 giri, il tedesco riesce nell’attacco all’esterno, riprendendosi la seconda posizione; nel frattempo Vettel e Massa vanno a contatto e il tedesco della Ferrari viene penalizzato di cinque secondi sul tempo di gara.

Le posizioni sono ormai consolidate: a 7 giri dalla fine, Hamilton gestisce un margine di 6 secondi su Rosberg. L’unico vero duello è quello fra Perez e Raikkonen per la quinta posizione.

Poi il colpo di scena: Rosberg ha un problema al cambio e la Mercedes sceglie di violare il regolamento, aiutandolo via radio, mettendo in conto anche la penalità; Verstappen ritorna sotto, ma sa già di aver in tasca il secondo posto.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820