240mila euro stipendi rai, alberto airola, Francesco Verducci, rai, Roberto Cociancich, stipendi rai, tetto stipendi Rai, Verducci

È arrivato il via libera del Cda della Rai alle nuove nomine. Hanno espresso voto contrario Arturo Diaconale, Giancarlo Mazzuca e Carlo Freccero. Il direttore generale Antonio Campo Dall’Orto, alcuni giorni fa, aveva inviato ai membri del Consiglio i nomi dei nuovi responsabili dei telegiornali.

Confermato al Tg1 Mario Orfeo. Al Tg2 viene promosso l’attuale vicedirettore Ida Colucci che prende il posto di Marcello Masi. Cambio della guardia anche al Tg3, dove al posto di Bianca Berlinguer, arriva da Rai News Luca Mazzà.

Andrea Montanari va al Gr-Radio1 e Nicoletta Manzione a Rai Parlamento. Conferma per Vincenzo Morgante alla TgR.

I senatori del Pd Miguel Gotor e Federico Fornaro, intanto, si dimettono dalla commissione di Vigilanza Rai. Le nomine Rai “sono state fatte in modo non trasparente, penalizzando competenze e professionalità interne, come ad esempio nel caso di una giornalista autorevole quale Bianca Berlinguer, senza che emergano un profilo e una visione di un moderno servizio pubblico”.

Il Pd non è nato per riprodurre i vizi del passato – aggiungono – ma per cambiare l’Italia e, convinti che un altro Pd sia possibile, ci dissociamo da uno stile e da un costume politico che non ci appartiene. La nostra richiesta di ieri di rinviare le nomine dei nuovi direttori dei tg a dopo la discussione e l’approvazione di un nuovo piano sull’informazione della Rai non è stata messa ai voti, in modo pilatesco e burocratico, dal presidente della Commissione Roberto Fico”.

L’ex direttrice del Tg3 Bianca Berlinguer condurrà uno spazio pomeridiano di approfondimento su Rai3 alle 18.30 dal lunedì al venerdì, poi da febbraio anche una doppia seconda serata settimanale. L’ex direttore del Tg2 Marcello Masi, invece, dovrebbe entrare, come vice, nella squadra del direttore per l’Offerta informativa Carlo Verdelli.