Rio 2016, tuffi: Tania Cagnotto vince il bronzo | La degna conclusione di una carriera inimitabile

di Denise Marfia

» Olimpiadi Rio 2016 » Rio 2016, tuffi: Tania Cagnotto vince il bronzo | La degna conclusione di una carriera inimitabile

Rio 2016, tuffi: Tania Cagnotto vince il bronzo | La degna conclusione di una carriera inimitabile

| domenica 14 Agosto 2016 - 22:08
Rio 2016, tuffi: Tania Cagnotto vince il bronzo | La degna conclusione di una carriera inimitabile

Tania Cagnotto conquista la medaglia di bronzo nella finale del trampolino da tre metri. 372.80 il suo punteggio, che le ha permesso di precedere la canadese Jennifer Abel (367.25).

Reduce dall’argento olimpico vinto in coppia con la Dallapè qualche giorno fa, l’azzurra inizia con un doppio salto mortale indietro carpiato ben eseguito e conquista un punteggio di 76.50. Al termine di primi tuffi è in classifica terza a pari merito con la canadese Jennifer Abel. In testa le due favorite atlete cinesi He Zi e Shi Tingmao.

L’azzurra compie un grande secondo tuffo con la rotazione e ottiene 75 punti e così, dopo la prestazione della Abel che ottiene 69 punti, è terza da sola. In testa sempre le cinesi.

Triplo salto mortale e mezzo avanti carpiato come terza prova per la Cagnotto: ancora un’ottima prestazione e ottiene 71.30. Nella lotta al bronzo, Jennifer Abel fa 72.85 e l’azzurra rimane terza. Nella lotta primo e secondo posto c’è un testa a testa per le due cinesi con la He Zi che lascia qualcosa all’avversaria.

Il penultimo tuffo è un doppio e mezzo ritornato carpiato avanti che l’azzurra non esegue alla stregua di quelli precedenti e ottiene 69 punti. La Abel ottiene invece un ottimo 79 e supera l’italiana. La Shi Tingmao stacca la connazionale in vetta.

Tutto viene deciso dall’ultimo tuffo e per Tania Cagnotto c’è un doppio salto mortale e mezzo rovesciato eseguito magistralmente e viene premiata con 81 punti. Jennifer Abel deve rispondere con un tuffo all’altezza ma ottiene un 69 e l’Italia esulta. La conclusione di una carriera inimitabile!

Le sue parole alla Rai: “Sapevo che era la mia ultima gara e ho saltato con il cuore. Volevo il record e l’ho fatto. Bellissimo. Volevo chiudere la mia carriera con quegli 81 punti. A Londra volevo dire basta, ma forse era scritto che dovesse andare così. Va bene così. Non rivivrò più queste emozioni. Grazie al mio papà per tutto questo. Non avevo più altro da dare: adesso per me inizia una nuova vita”.

Nella sfida tra le cinesi vince la cinese Shi Tingmao (406.05) che precede la connazionale He Zi (387.90), che poi ha ricevuto la proposta di matrimonio (accettata) da parte di Qin Kai, anche lui tuffatore della nazionale cinese. Ci sono lacrime di gioia anche per loro. Noi ci teniamo strette quelle di Tania Cagnotto.

(IMMAGINI RAI)

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820