Aggiornato alle: 07:31

Uefa, Aleksander Ceferin è il nuovo presidente | Il saluto di Platini: “Proseguite senza di me”

di Andrea Zito

» Sport » Uefa, Aleksander Ceferin è il nuovo presidente | Il saluto di Platini: “Proseguite senza di me”

Uefa, Aleksander Ceferin è il nuovo presidente | Il saluto di Platini: “Proseguite senza di me”

| mercoledì 14 Settembre 2016 - 10:52
Uefa, Aleksander Ceferin è il nuovo presidente | Il saluto di Platini: “Proseguite senza di me”

Aleksander Ceferin è il nuovo presidente dell’Uefa. L’attuale presidente della federazione slovena ha sconfitto l’altro candidato, l’olandese Van Praag alla prima votazione con 42 voti contro 13.

CHI É ALEKSANDER CEFERIN

Le sue prime parole da presidente eletto: “É un grande onore, una grande responsabilità. Significa che la mia famiglia e il mio Paese possono essere fieri di me. Spero anche voi e tutte le federazioni europee lo siate anche in futuro. Paesi grandi e piccoli vogliono dei cambiamenti: spero diventino possibili.

Sul fronte Champions League: “Penso che in merito al nuovo format non siamo stati informati in modo corretto, dovremo esaminare la questione. L’Uefa ha un’organizzazione molto forte: dobbiamo dimostrare di avere ancora la forza di governare il calcio in Europa”.

Un piccolo successo anche per l’Italia, in virtù dell’elezione di Evelina Christillin come membro aggiuntivo della Uefa nel Consiglio della Fifa (la prima donna della storia a farne parte).

Prima delle votazioni, però, tutte le attenzioni sono state rivolte a Michel Platini, squalificato per 4 anni dal Tas di Losanna, presidente dimissionario e comunque presente al congresso in qualità di invitato.

Le sue parole sembrano tanto un eredità consegnata al suo successore: “Voi dovrete, a partire da oggi, continuare questa bella impresa senza di me. Il treno è avviato su buoni binari e vi ringrazio per quanto fatto insieme in questi 9 anni. Ma il viaggio è ancora lungo e c’è molto da fare ancora perché il calcio resti un gioco nonostante le gravi derive che lo minacciano. Perché non può esistere un calcio delle grandi nazioni o un calcio dei piccoli paesi, un calcio dei grandi club mondiali o quello dei raduni della domenica tra ragazzi.

(FOTO DA TWITTER: @UEFA)

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it