Aggiornato alle: 18:47

F1, Giappone: Rosberg trionfa a Suzuka | Vettel quarto. Alla Mercedes il titolo costruttori

di Redazione

» Sport » F1, Giappone: Rosberg trionfa a Suzuka | Vettel quarto. Alla Mercedes il titolo costruttori

F1, Giappone: Rosberg trionfa a Suzuka | Vettel quarto. Alla Mercedes il titolo costruttori

| domenica 09 Ottobre 2016 - 08:30
F1, Giappone: Rosberg trionfa a Suzuka | Vettel quarto. Alla Mercedes il titolo costruttori

Nico Rosberg ha vinto il Gran premio di Giappone di Formula 1, sul circuito di Suzuka. Il tedesco della Mercedes ha condotto la gara con autorità dall’inizio alla fine, allungando in classifica su Lewis Hamilton (giunto terzo, dietro a Verstappen), ora distante 33 punti. La Mercedes, inoltre, per il terzo anno consecutivo si conferma campione del mondo costruttori.

Prova coraggiosa delle Ferrari, che chiudono al quarto e quinto posto con Vettel e Raikkonen, dopo un’ottima partenza ma segnata dalla mancanza di gomme dure nuove in chiave strategica.

Una gara segnata dalla partenza disastrosa di Lewis Hamilton, che, scattando dal lato sporco, viene letteralmente evitato dalle Ferrari e viene risucchiato in ottava posizione, accusando il colpo sul passo gara; sontuoso, invece, l’avvio di Sebastian Vettel, che dalla settima posizione si insedia prima in quinta piazza e poi compie alcuni sorpassi, tra cui uno all’esterno di Ricciardo alla 130R, per portarsi in terza posizione (alle spalle di Verstappen).

In occasione della prima sosta, iniziano ad evidenziarsi le strategie (tre le soste previste), con Ferrari e Red Bull che (a distanza di un giro) fanno il doppio pit stop con le proprie vetture, mentre Rosberg è serenamente al comando. Al 14esimo giro, Raikkonen e la Ferrari si confermano in gran forma, con il finlandese che piazza un doppio sorpasso a Palmer e Perez sul rettilineo d’arrivo.

Per la Ferrari, il pit stop paga: Verstappen non riesce ad agganciare Vettel al secondo posto, mentre Ricciardo è bloccato nel traffico e viene raggiunto anche da Raikkonen. Al 27esimo giro però la Ferrari anticipa la sosta con il finlandese, montando la gomma dura usata (di nuove la Ferrari non ne ha più). La Red Bull aspetta il più possibile prima di far rientrare Ricciardo, mentre Hamilton ha ritrovato il passo e si avvicina sempre più al podio.

Al 34esimo giro Hamilton esegue il pit stop, montando ancora gomma dura: dopo un giro la Ferrari reagisce richiamando Vettel, che però deve montare gomma gialla. Il britannico della Mercedes riesce nel sorpasso, salendo sul podio, ma il tedesco tenta subito di risorpassarlo in pista, ma dopo alcuni giri è costretto a desistere.

Ultimi 10 giri: Rosberg inizia a gestire gomme e motore e si prepara a festeggiare il nuovo successo, mentre Hamilton tallona Verstappen per la seconda posizione. La Mercedes del britannico è nettamente più veloce, ma i giri passano uno dopo l’altra e Verstappen è abile a non concedere il varco. Al penultimo giro Hamilton ci prova in frenata all’ultima chicane: Verstappen lo chiude, Hamilton evita il contatto andando lungo, ma l’occasione sfuma.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it