Oggi è la Giornata contro la violenza sulle donne |Il Papa: “È un dramma, il Signore le vuole libere”

di Angelica Serrai

» Cronaca » Oggi è la Giornata contro la violenza sulle donne |Il Papa: “È un dramma, il Signore le vuole libere”

Oggi è la Giornata contro la violenza sulle donne |Il Papa: “È un dramma, il Signore le vuole libere”

| venerdì 25 Novembre 2016 - 07:58
Oggi è la Giornata contro la violenza sulle donne |Il Papa: “È un dramma, il Signore le vuole libere”

Oggi è la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. In programma in tutta Italia manifestazioni, dibattiti e convegni sul tema. Giovedì alcuni emendamenti alla legge di bilancio hanno permesso di stanziare un fondo di 5 milioni annui nel triennio 2017-19 per le donne vittime di violenza e per i loro figli.

E un messaggio viene lanciato dal Papa attraverso Twitter: “Quante donne sopraffatte dal peso della vita e dal dramma della violenza! Il Signore le vuole libere e in piena dignità”.

In Italia si contano 116 donne uccise nei primi dieci mesi del 2016, più di una ogni tre giorni, appena il 3,3% in meno rispetto alle 120 dello stesso periodo dell’anno scorso. Al Nord spetta la maglia nera. L’età media delle vittime è di 50,8 anni, l’arma da taglio è quella più usata (in un caso su 3), gli uomini sono il 92,5% dei killer. Tra il 2000 e il 2016, le donne vittime di omicidio in Italia sono state oltre 2.800, “un fenomeno di carattere sociale”.

L’Istat stima inoltre che 6 milioni 788mila donne hanno subito nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale, il 31,5% delle donne tra i 16 e i 70 anni. Di queste il 20,2% ha subito violenza fisica, il 21% violenza sessuale, il 5,4% forme più gravi di violenza sessuale come stupri e tentati stupri.

Sono 652 mila le donne che hanno subìto stupri e 746 mila le vittime di tentati stupri. Secondo l’Istat i partner, attuali o ex, commettono le violenze più gravi. Il 62,7% degli stupri è commesso da un partner attuale o precedente. Gli autori di molestie sessuali sono invece degli sconosciuti nella maggior parte dei casi (76,8%).

Ma ci sono anche dati positivi se è vero che negli ultimi 5 anni le violenze fisiche o sessuali sono passate dal 13,3% all’11,3%, rispetto ai 5 anni precedenti il 2006. Ciò è frutto di una maggiore informazione, del lavoro sul campo, ma soprattutto di una migliore capacità delle donne di prevenire e combattere il fenomeno e di un clima sociale di maggiore condanna della violenza.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820