Formula 1, Brawn guarda al futuro: “Meno tecnologia e più spettacolo”

di Redazione

» News » Formula 1, Brawn guarda al futuro: “Meno tecnologia e più spettacolo”

Formula 1, Brawn guarda al futuro: “Meno tecnologia e più spettacolo”

| mercoledì 25 Gennaio 2017 - 14:32
Formula 1, Brawn guarda al futuro: “Meno tecnologia e più spettacolo”

Ross Brawn ha già preso in mano il futuro sportivo della Formula 1. Il nuovo responsabile sportivo di Liberty Media (la nuova compagnia proprietaria del Circus) ha parlato alla stampa delle idee per il futuro della categoria, con l’obiettivo di riportare lo spettacolo durante le gare.

Per Brawn (Intervistato dalla BBC) uno dei problemi della Formula 1 è infatti il grande capo fra piccole grandi scuderie: “L’obiettivo è avere una buona squadra con un grande pilota che riesca a essere competitiva nel corso dell’anno, un po’ come il Leicester. Al momento ci sono solo 2 o 3 team che possono vincere e abbiamo bisogno di aumentarne. Dobbiamo ridurre l’influenza della tecnologia, ma agire in fretta potrebbe essere controproducente”.

Sul piano regolamentare la parola d’ordine è cautela: “Ho idee chiare ma dovremmo cominciare a studiare e forse utilizzarle nel 2018 o 2019. Verrò a vedere i test per rendermi conto del comportamento delle nuove macchine per capire che impatto avranno sullo spettacolo”.

Guardare al futuro, ma preservando la tradizione: “Conosciamo il valore dei Gran Premi che hanno fatto la storia di questo sport e non possiamo privarcene: occorre creare il giusto bilanciamento. Per esempio mi piacerebbe che la F1 sbarcasse a New York. I Top team? Servirà un compromesso per fare in modo che il campionato resti attraente per le grandi Case e allo stesso tempo sostenibile per i team privati”.

 

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820