Aggiornato alle: 13:58

Le pagelle di Torino – Atalanta. Hart salva Miha, Kurtic sprecone

di Redazione

» Sport » Le pagelle di Torino – Atalanta. Hart salva Miha, Kurtic sprecone

Le pagelle di Torino – Atalanta. Hart salva Miha, Kurtic sprecone

| domenica 29 Gennaio 2017 - 14:25
Le pagelle di Torino – Atalanta. Hart salva Miha, Kurtic sprecone

Ennesima frenata del Torino nella corsa all’Europa (clicca qui per leggere la cronaca): i granata si fanno riprendere in casa dall’Atalanta, che invece continua spedita la propria marcia verso il sogno europeo. Di seguito ecco le pagelle del match a cura della redazione di Sì24 (qui invece tutti i risultati della 22esima giornata di Serie A):

TORINO (4-3-3): Hart 8; De Silvestri 6,5, Rossettini 6, Moretti 6,5, Barreca 7; Benassi 6, Valdifiori 5 (dal 28′ s.t. Iturbe s.v.), Obi s.v. (dal 30′ s.t. Baselli 5,5); Iago Falque 7, Belotti 6,5, Ljajic 6. All.: Mihajlovic.

I MIGLIORI DEL TORINO

Hart: Ci mette l’esperienza, l’istinto ma soprattutto… i guantoni! Decisivo in almeno quattro chiare occasioni, dopo il pari prima chiude la porta in faccia a Petagna, poi si supera su due conclusioni di Kurtic. Fondamentale.

Iago Falque: Ha il merito di sbloccare il risultato e spianare subito la strada per il Toro, che però poi non riesce ad approfittare della situazione favorevole. L’Atalanta si conferma la sua vittima preferita: 5 gol per lui su 5 match giocati in Serie A contro i bergamaschi.

Barreca: Padrone della fascia, bellissima la sua incursione e il cross per il gol di testa di Iago Falque. La fase offensiva la fa benissimo, ancora qualche pecca invece nel difendere, anche se nella ripresa è provvidenziale con un salvataggio su un tiro di Kurtic.

Belotti: Non molla mai. Oggi non segna ma fa un lavoro fondamentale: quando il Toro perde palla lui torna sempre dietro a dare una mano, e spesso riesce anche a recuperare il possesso con interventi da vero difensore.

I PEGGIORI DEL TORINO

Valdifiori: Non riesce ad incidere nei momenti chiave del match: con i granata in vantaggio e l’Atalanta sbilanciata in avanti, un paio di buone ripartenze avrebbero potuto permettere di trovare la rete del raddoppio e mettere la partita in discesa, lui però non riesce ad essere preciso e la manovra dei granata ne risente.

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha 6; Toloi 6, Caldara 6, Zukanovic 6; Conti 6, Grassi 5,5 (dal 1′ s.t. Kessie 5,5), Freuler 5, Spinazzola 7; Kurtic 7; Petagna 7,5 (dal 42′ s.t. Pesic s.v.), Gomez 6,5 (dal 40′ s.t. D’Alessandro s.v.). All.: Gasperini.

I MIGLIORI DELL’ATALANTA

Petagna: Ci crede sempre e alla fine viene premiato. Inizialmente soffre la marcatura strettissima di Moretti, che lo ferma ovunque vada; nella ripresa cresce a vista d’occhio, in area cominciano ad arrivare palloni più interessanti e lui sfrutta alla grande quello messo dentro da Kurtic.

Kurtic: È determinante perché sforna l’assist per il gol del pari, che mette il match su binari ben diversi, poi però non ha la freddezza e la lucidità di infilare il colpo del ko: almeno quattro le occasioni sprecate dallo sloveno, di cui due clamorose a pochi passi dalla porta, poi ci hanno pensato Hart e Barreca a sbarrargli la strada.

Spinazzola: È uno di quelli che fa cambiare marcia all’Atalanta dopo l’impasse iniziale: con un paio di spunti interessanti riaccende la miccia e contribuisce alla rinascita dei bergamaschi. Bravo in entrambe le fasi.

I PEGGIORI DELL’ATALANTA

Freuler: Si fa ammonire subito per un fallo brutto ed evitabile, in generale non riesce ad entrare mai in partita. È poco preciso e perde tanti, troppi palloni, uno su tutti quello da cui nasce il vantaggio del Torino.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820