Aggiornato alle: 18:27

Le pagelle di Empoli – Napoli. Insigne leader, Mertens a due facce; Skorupski si salva

di Andrea Fabbricatore

» Sport » Le pagelle di Empoli – Napoli. Insigne leader, Mertens a due facce; Skorupski si salva

Le pagelle di Empoli – Napoli. Insigne leader, Mertens a due facce; Skorupski si salva

| domenica 19 Marzo 2017 - 14:23
Le pagelle di Empoli – Napoli. Insigne leader, Mertens a due facce; Skorupski si salva

Il Napoli ha dominato in lungo e in largo nella prima frazione di gioco; dal 3-0 in poi il calo di tensione che ha riaperto la partita e dato coraggio ad un Empoli arrembante negli ultimi minuti.

EMPOLI: Skorupski 7; Laurini 5.5, Bellusci 5,5, Costa 4, Pasqual 5; Krunic 5,5, Dioussé 5, Croce 5,5; El Kaddouri 6,5; Thiam 6, Pucciarelli 5 (dal 22′ s.t. Maccarone 6,5)

I MIGLIORI DELL’EMPOLI

Skorupski: conferma di essere il portiere dal più alto rendimento dell’intera Serie A. Terzo rigore parato della stagione e tanti buoni interventi. Intuisce anche la direzione del secondo rigore, ma non basta. Incolpevole sui gol.

Maccarone: nonostante la sua grande esperienza, non è facile entrare e battere un calcio di rigore dopo pochi minuti. Lui è freddo e batte uno specialista come Reina nell’1 contro 1.

El Kaddouri: ex di giornata dal dente avvelenato. Cercato molto dai compagni, è sempre in grado di impensierire la difesa con i suoi movimenti continui. Bello il calcio di punizione che rende il parziale meno amaro.

I PEGGIORI DELL’EMPOLI

Dioussè: grave errore in fase di disimpegno che costringe Costa ad atterrare Mertens in area dopo pochi minuti. Poco coraggio in fase di impostazione: spento.

Costa: parlare di disastro per descrivere la sua prestazione sarebbe riduttivo. Autore del fallo da rigore su Mertens e, con una scellerata respinta di testa, causa il gol di Insigne. Qualcos’altro?

Pasqual: contiene bene Callejon nell’arco dei 90 minuti, fatta eccezione per un’occasione in cui gli concede l’inserimento: costretto al fallo da rigore. Neo pesante per una partita che poteva essere sufficiente.

—-

NAPOLI: Reina 5,5, Hysaj 6, Albiol 6, Chiriches 6, Ghoulam 5, Allan 6, Jorginho 6 (dal 17′ s.t. Diawara 6), Hamsik 6,5, Callejon 7, Mertens 6,5 (dal 38′ s.t. Milik 6), Insigne 7,5 (dal 32′ s.t. Giaccherini 6)

I MIGLIORI DEL NAPOLI

Insigne: per “Lorenzo il Magnifico” si tratta, senza dubbio, della stagione della consacrazione. 12 gol in campionato (eguagliato il record personale) e l’intraprendenza che solo un vero leader può avere. Segna un gol d’astuzia e ha il coraggio di ripresentarsi sul dischetto dopo l’errore di Mertens. Insigne è pronto a far sognare la nazionale italiana.

Mertens: partita a due facce per il belga che prima sbaglia malamente un calcio di rigore e dopo pochi minuti firma un’autentica perla su calcio di punizione, la specialità della casa. Diminuisce il ritmo nel secondo tempo.

Callejon: a differenza delle ultime uscite, è più inserito nella manovra. Numerosi inserimenti, alcuni premiati altri no: uno di questi porta al calcio di rigore, poi realizzato da Insigne.

I PEGGIORI DEL NAPOLI

Ghoulam: spinge poco in fase offensiva e commette anche il fallo da rigore su Krunic nel corso del secondo tempo. Annebbiato.

Reina: spettatore non pagante nel corso della prima frazione, costretto agli straordinari nella seconda. Piccola imprecisione sul gol di El Kaddouri che riapre la partita.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it