spagna, olanda, girone b, gruppo b, mondiali 2014, spagna, gol, risultato esatto spagna olanda

Di nuovo al punto di partenza. Dopo l’esonero di Blind, l’Olanda si ritrova a dover ricostruire la guida tecnica della nazionale (in caduta libera nelle qualificazioni ai mondiali di Russia 2018) e cercare un nuovo CT nel tentativo di far risorgere gli oranje.

Il primo nome forte è certamente quello di Louis Van Gaal: sotto la sua gestione (conclusasi nell’estate del 2014), la nazionale olandese aveva confermato l’accesso tra le prime 4 del mondo dopo l’approdo in finale in Sudafrica, con i giocatori che spingerebbero per un suo ritorno (lui invece ufficialmente ha annunciato di non voler più allenare – almeno per un anno).

Ma nella federazione olandese le suggestioni per le ex stelle del calcio olandese sono forti ed è per questo che tengono banco le ipotesi Clarence Seedorf e Frank De Boer. L’ex stella di Milan e Real Madrid (presente all’Amsterdam ArenA per ricevere un conoscimento dalla federazione) potrebbe puntare a rilanciare la propria carriera.

De Boer, invece, ha voglia di riscatto dopo la brutta esperienza all’Inter che ha offuscato i 4 campionati olandesi consecutivi vinti da allenatore dell’Ajax (tra il 2010 ed il 2014). Impraticabile la pista che porta invece a Ronald Koeman, che è stato ad un passo dalla panchina ornare nel 2014 è ora sta facendo le fortune dell’Everton in premier League.