evasione siracusa, sequestro evasione, sequestro siracusa, sequestro società siracusa

Ammonta a circa 1,3 milioni di euro il valore dei beni sequestrati dalle Fiamme Gialle di Ragusa ad un’azienda di Vittoria dedita alla raccolta ed alla trasformazione della plastica “che aveva perpetrato una maxi evasione fiscale“. Le attività investigative svolte hanno avuto origine, circa un anno fa, da un controllo in materia di tutela ambientale.

In quel frangente venne scoperto lo stoccaggio incontrollato di fanghi, rifiuti speciali e l’illecito smaltimento della plastica dismessa, proveniente dagli impianti serricoli. È stato quindi disposto il sequestro preventivo una vasta area industriale di circa 40.000 mq., per violazioni delle norme ambientali. 

La verifica fiscale nei confronti della società ha constatato significative violazioni fiscali quantificate in una maxi evasione per oltre 21 milioni di euro ai fini delle imposte dirette e circa 4 milioni di euro per IVA dovuta all’Erario. Il soggetto verificato ha occultato le scritture contabili per tutti gli anni d’imposta che hanno riguardato l’accertamento, ostacolando significativamente l’attività di ricostruzione dell’attivo da sottoporre a tassazione.

Per evitare che emergessero “allert automatici”, sono state sempre presentate le previste dichiarazioni annuali dei redditi ed IVA, ma con ricavi pari a zeroTra i beni oggetto del sequestro, anche un’auto di lusso (Porsche Cayenne), un orologio di lusso (Rolex), 10 immobili e 10 terreni, tutti ubicati nel comune di Vittoria.

Sono stati denunciati alla Autorità Giudiziaria 3 soggetti, due dei quali appartenenti allo stesso nucleo familiare, per dichiarazione infedele e occultamento di scritture contabili.