Aggiornato alle: 13:58

Le pagelle di Atalanta – Sassuolo: Cristante salva Gasp. Pellegrini castiga Caldara

di Redazione

» Sport » Le pagelle di Atalanta – Sassuolo: Cristante salva Gasp. Pellegrini castiga Caldara

Le pagelle di Atalanta – Sassuolo: Cristante salva Gasp. Pellegrini castiga Caldara

| sabato 08 Aprile 2017 - 19:55
Le pagelle di Atalanta – Sassuolo: Cristante salva Gasp. Pellegrini castiga Caldara

Le pagelle di Atalanta – Sassuolo (clicca qui per leggere la cronaca), anticipo della 31esima giornata di Serie A, a cura della redazione di Sì24.

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha 6; Toloi 6, Caldara 4,5, Masiello 6; Conti 6 (dal 25′ s.t. Mounier 6), Cristante 7,5, Freuler 6, Spinazzola 6,5 (dal 1′ s.t. Grassi 6); Kurtic 5 (dal 10′ s.t. D’Alessandro 6); Petagna 6, Gomez 7,5. All.: Gasperini.

MIGLIORI ATALANTA

Gomez: Anche giocando con una gamba sola il suo apporto sarebbe comunque indispensabile per questa Atalanta. Devastante sull’esterno, dove si trova a meraviglia e a memoria con tutti, nell’azione del palo (sfortunatissimo) mette in mostra il meglio del suo repertorio: scatto, sterzata e giocata finale. Suo l’assist (il settimo stagionale) per il gol del pari nella ripresa.

Cristante: Doveva uscire, invece per fortuna sua, di Gasperini e dell’Atalanta (un po’ meno di Conti, che è uscito al suo posto per infortunio) è rimasto in campo e ha segnato il pari con un inserimento da incursore vero. Per il resto prestazione solida, bravo in palleggio e attento in interdizione.

PEGGIORI ATALANTA

Caldara: L’erroraccio in disimpegno, decisamente non da lui, pesa eccome sull’economia del match: il pubblico di Bergamo capisce e lo applaude comunque. Sbagliando s’impara, e siamo sicuri che il ragazzo farà tesoro di quanto successo oggi.

Kurtic: Troppo fuori dal gioco quest’oggi, Gasperini lo richiama più volte proprio per questo motivo: si fa vedere pochissimo dai suoi compagni in mezzo al campo e il risultato è che centralmente il gioco non è come quello che vorrebbe il tecnico atalantino, che infatti nella ripresa lo sostituisce.

SASSUOLO (4-3-3): Consigli 7,5; Adjapong 5,5, Cannavaro 6, Acerbi 6,5, Dell’Orco 6; Pellegrini 7,5, Sensi 5,5 (dal 18′ s.t. Duncan 6), Missiroli 6; Berardi 5, Defrel s.v. (dal 35′ p.t. Politano 5), Ragusa 5 (dal 35′ s.t. Peluso s.v.). All.: Di Francesco.

MIGLIORI SASSUOLO

Consigli: Dopo lo splendido passato a Bergamo non poteva sfigurare contro la sua vecchia Atalanta, e così non è stato: ha fatto vedere a tutti di che stoffa è fatto con un paio di parate da fenomeno che hanno tenuto in partita il Sassuolo fino alla fine.

Pellegrini: Sotto lo sguadro attento di Di Biagio sfodera un’altra ottima prestazione, l’ennesima di una stagione da incorniciare, condita da un altro gol pesante: la specialità di casa, insomma. Sempre sul pezzo, i passaggi sbagliati nell’arco del match si contano sulle dita di una mano, e nemmeno: davvero convincente.

PEGGIORI SASSUOLO

Berardi-Politano-Ragusa: C’è nessuno? Questa la domanda che andrebbe fatta al reparto avanzato del Sassuolo, che di problemi dalle parti di Berisha ne ha creati praticamente zero. Inutile dire che ci si sarebbe aspettati molto di più dal talentuoso attacco a disposizione di Di Francesco.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820