Dzeko, Dzeko Roma, Dzeko mercato, Dzeko Roma, Cessione Dzeko, calciomercato dzeko, Dzeko calciomercato, Dzeko Milan

Partita durata poco più di mezz’ora, il tempo necessario alla Roma per sbloccare il risultato: da lì in poi un monologo a tinte giallorosse. Il Pescara, per quel che ha potuto, ha creato alcune occasioni senza però finalizzare.

PESCARA: Fiorillo 6; Zampano 5, Coda 4, Bovo 4, Biraghi 3,5; Coulibaly 4,5 (dal 21′ s.t. Verre 5), Muntari 4 (dal 1′ s.t. Bruno 5), Memushaj 5,5; Benali 6, Bahebeck 5,5, Caprari 5

I MIGLIORI DEL PESCARA

Benali: l’unico a crederci e non mollare mai. Il gol arriva con un tap-in: 33 presenze su 33 finora in campionato: sempre presente.

I PEGGIORI DEL PESCARA

Muntari: che tragedia la partita di Sulley Muntari. Non ne azzecca una e si rende, come spesso accade, protagonista di un paio di interventi “criminali”, chiedere a Paredes e Salah per credere.

Coda – Bovo: dovevano rappresentare la colonna portante di questa squadra, vista l’esperienza e visti i numerosi campionati di Serie A alle spalle. Tutte aspettative tradite ed ennesima prestazione da censura.

Coulibaly: dopo gli infiniti elogi arrivati nei suoi confronti, arrivano anche le prime critiche. Totalmente fuori dalla partita sin dai primi minuti e sbaglia il 90% dei passaggi effettuati.

Biraghi: se El Shaarawy è libero di fare ciò che vuole sulla fascia è soprattutto per colpa del terzino che, questa sera, ha completamente dimenticato di occuparsi della fase difensiva. L’ammonizione gli farà saltare la prossima.

—-

ROMA: Szczesny 6; Rudiger 6,5, Manolas 6,5, Fazio 6,5, Emerson 6,5 (dal 35′ s.t. Jesus); Paredes 7,5 (dal 37′ s.t. Perotti), Strootman 7; Salah 7,5, Nainggolan 7, El Shaarawy 7,5, Dzeko 7 (dal 25′ s.t. Grenier).

I MIGLIORI DELLA ROMA

Paredes: pochi giocatori nel panorama europeo possono vantare la tecnica del regista ex Boca Juniors. I suoi lanci millimetrici danno il via alla maggior parte delle azioni offensive della squadra, non sempre sfruttate al meglio. Illuminante.

Nainggolan: disintegra Muntari nello scontro fisico in mezzo al campo e ritorna al gol dopo 6 giornate, raggiungendo per la prima volta la doppia cifra in Serie A. La sua posizione intermedia fra le linee mette in crisi la fase difensiva del Pescara, che dopo una resistenza di mezz’ora, non riesce più a leggere i suoi intelligenti inserimenti. Devastante.

Strootman: condizione fisica letteralmente invidiabile. É straripante, un martello continuo fra difesa e attacco. Il gol è solo un premio ad una prova da gladiatore.

El Shaarawy: serata supersonica per l’italo-egiziano. Un rullo compressore sulla fascia sinistra, è protagonista di (addirittura) 3 assist vincenti: oro colato per i fantallenatori che gli hanno dato fiducia.

Salah: L’inizio di partita è da brividi (in negativo): sbaglia quasi tutto e conclude in maniera imbarazzante. Nel secondo tempo è incontenibile: gran gol da fuori area e tap-in che lo portano 13 marcature in campionato.

I PEGGIORI DELLA ROMA

Nessun giocatore sotto la sufficienza.