Aggiornato alle: 08:19

L’Unesco approva la risoluzione su Gerusalemme | L’Italia ha votato contro, Alfano: “È politicizzata”

di Redazione

» Cronaca » L’Unesco approva la risoluzione su Gerusalemme | L’Italia ha votato contro, Alfano: “È politicizzata”

L’Unesco approva la risoluzione su Gerusalemme | L’Italia ha votato contro, Alfano: “È politicizzata”

| martedì 02 Maggio 2017 - 12:11
L’Unesco approva la risoluzione su Gerusalemme | L’Italia ha votato contro, Alfano: “È politicizzata”

Con 22 sì, 1o no e 23 astenuti, l’Unesco ha adottato a maggioranza la risoluzione che nega la sovranità di Israele su una parte di Gerusalemme. Tra i 22 Paesi che si sono pronunciati a favore del testo, ci sono anche Russia e Cina.

Tra i dieci che si sono opposti, oltre all’Italia, anche Stati Uniti, Gran Bretagna, Grecia, Ucraina, Togo, Lituania, Paesi Bassi e Germania. Ventitré gli astenuti, tra cui Francia, Spagna e India. Il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, aveva reso noto di aver “dato precise istruzioni di voto al Rappresentante dell’Italia: votare ‘no’ contro l’ennesima risoluzione politicizzata su Gerusalemme”.

Per il ministro, inoltre, “l’Unesco non può diventare la sede di uno scontro ideologico permanente”.

Dopo le polemiche di ottobre, quando anche grazie all’astensione dell’Italia l’Unesco adottò una risoluzione contro Israele, adesso Roma corre ai ripari. La Risoluzione, che è stata presentata da Algeria, Egitto, Libano, Marocco, Oman, Qatar e Sudan, e che si intitola ‘Palestina Occupata’, secondo quanto riferisce il Times of Israel, critica il governo israeliano anche per vari progetti di costruzione nella Città Vecchia e nei luoghi sacri di Hebron.

Inoltre invoca la fine del blocco di Gaza “senza menzionare gli attacchi” di Hamas dalla Striscia verso lo Stato ebraico, aggiungono gli israeliani.

Israele ha appreso con soddisfazione la decisione italiana che, a giudizio israeliano, rigetta la sovranità dello Stato ebraico su qualsiasi parte di Gerusalemme. L’ambasciatore presso l’organismo culturale dell’Onu, Carmel Shama-Hacohen, citato dal Times of Israel, ha definito “senza dubbio uno sviluppo positivo” la posizione dell’Italia annunciata dal ministro degli Esteri Angelino Alfano.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820