Aggiornato alle: 13:58

Le pagelle di Udinese – Atalanta. Perica non molla mai, Cristante ci mette la testa

di Riccardo Bagarella

» Sport » Le pagelle di Udinese – Atalanta. Perica non molla mai, Cristante ci mette la testa

Le pagelle di Udinese – Atalanta. Perica non molla mai, Cristante ci mette la testa

| domenica 07 Maggio 2017 - 14:22
Le pagelle di Udinese – Atalanta. Perica non molla mai, Cristante ci mette la testa

Le pagelle di Udinese – Atalanta (clicca qui per leggere la cronaca), anticipo della 35esima giornata di Serie A, a cura della redazione di Sì24.

UDINESE (4-4-2): Karnezis 6; Widmer 6, Danilo 6,5, Felipe 6, Adnan 5; De Paul 7, Balic 6 (dal 16′ s.t. Kums 6), Hallfredsson 6, Jankto 6; Zapata 5 (dal 27′ s.t. Thereau 6), Perica 7,5  (dal 31′ s.t. Ewandro s.v.). All.: Delneri.

MIGLIORI UDINESE

Perica: Solitamente è stato più decisivo dopo essere entrato a match in corso, oggi cambia la ‘regola’ e riacciuffa il pari con gran caparbietà. Quello che più piace del croato è che non molla mai e getta sempre il cuore oltre l’ostacolo: il premio oggi è stato un punto per la sua squadra e il sesto centro stagionale per lui.

De Paul: Nel primo tempo quasi si nasconde, nella ripresa però accende la luce e fa venir fuori tutto il suo talento, dagli scatti repentini all’ottima conduzione del pallone, fino ad arrivare agli assist: suo quello vincente per il pari di Perica.

PEGGIORI UDINESE

Zapata: Da una ‘bestia’ come lui ci si aspetterebbe una battaglia dall’inizio alla fine del match, e invece non lavora come al solito per la squadra e spesso si mostra troppo egoista sotto porta, dove tra l’altro gli manca anche la mira.

Adnan: Le sue caratteristiche dicono che è maggiormente predisposto alla fase offensiva che non a quella difensiva, ma oggi non sembra proprio sia così: qualche volta riesce pure ad affacciarsi sul fondo per crossare, ma non azzecca nemmeno un traversone per i compagni in area, che giustamente si disperano.

ATALANTA (3-4-1-2): Berisha 6; Toloi 6, Caldara 6,5, Masiello 6; Raimondi 4,5 (dal 1′ s.t. D’Alessandro 6), Cristante 7,5, Grassi, Spinazzola 6; Kurtic 4,5 (dal 11′ s.t. Bastoni 6); Petagna 6, Gomez 6,5 (dal 17′ s.t. Mounier 5,5). All.: Gasperini.

MIGLIORI ATALANTA

Cristante: Ottimo il suo inserimento in mediana. Fa bene le veci di Freuler dando i giusti tempi in mezzo al campo, poi sfrutta alla grande uno dei soliti schemi da palla inattiva tanto cari a Gasperini realizzando il gol del momentaneo vantaggio con un gran colpo di testa degno di un centravanti di lungo corso.

Gomez: Più o meno il solito ‘Papu’: gioca evidentemente con il freno a mano tirato a causa del fastidio muscolare accusato in settimana, ma nonostante ciò riesce sempre a rendersi pericoloso là davanti e ad inventarsi giocate di qualità. Guadagna e batte il corner dal quale nasce il gol di Cristante.

PEGGIORI ATALANTA

Raimondi: Nessuna traccia del solito CR77: non riesce a sfornare la prestazione che ci si aspetterebbe da chi è consapevole di star giocando una delle sue ultime partite prima del ritiro dal calcio giocato. Non spinge, dietro fatica e si fa pure prendere dal nervosismo (per poco non si fa espellere); nella ripresa Gasperini lo tira fuori.

Kurtic: Non ci mette la solita qualità e determinazione: il supporto a Petagna e Gomez è deficitario, quasi inesistente, poi anche lui si mostra particolarmente nervoso, e anche lui viene sostituito nella ripresa proprio dopo essersi beccato un’ammonizione.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820