attentato Notre Dame, attentato parigi, attentato parigi martello, Parigi, terrorismo Notre Dame, uomo ucciso Notre Dame

Momenti di puro terrore nei pressi di Notre Dame, la cattedrale gotica di Parigi. La polizia ha sparato ad un uomo sulla spianata dopo che questi aveva aggredito con un martello un agente. Il quartiere è stato isolato. L’aggressore è stato ferito gravemente alle gambe. “Operazione in corso a Notre Dame, evitare la zona”, scrive la prefettura di polizia di Parigi su Twitter.

Il segretario generale del sindacato di polizia Unité Sgp Police-Fo, Yves Lefebvre, ha spiegato che l’agente ferito è stato “colpito alla testa in modo non grave”. Prima di entrare in azione, l’uomo, di origine algerina, aveva minacciato gli agenti della sede della prefettura, che si trova accanto alla basilica.

Dopo l’esplosione di due spari, si sono verificate scene di panico sulla piazza di Notre Dame. Oltre al poliziotto ferito, nel mirino dell’aggressore c’erano anche i tanti passanti presenti in quel momento nel piazzale.

Sono circa 900 le persone rimaste bloccate all’interno della cattedrale dalla polizia che ha setacciato il quartiere dell’Ile de la Cité, in pieno centro di Parigi, alla ricerca di eventuali complici dell’aggressore. “Sono calmi, abbiamo spiegato loro la situazione e stiamo aspettando di poter uscire“, ha spiegato alla tv BFM una esponente della diocesi incaricata della comunicazione, che si trovava anche lei all’interno della chiesa.

L’aggressore, oltre al martello, aveva anche due coltelli. Il giovane sarebbe di origine algerina e viveva in Val d’Oise, dipartimento a nord di Parigi. Lo riferisce Le Figaro. Al momento dell’attacco avrebbe urlato: “Per la Siria!”, quindi si sarebbe dichiarato come membro dell’Isis. Dalle indagini seguite all’attacco, è emersa la sua identità: si tratta di Farid Ikken, nato nel 1977 e arrivato nel marzo 2014 in Francia.

Nella sua abitazione sarebbe stato ritrovato un video con il giuramento all’Isis e il proposito di commettere attentati. Secondo quanto si apprende, l’uomo sarebbe un ricercatore laureato in scienze sociali e dottorando in Francia. Avrebbe firmato diverse pubblicazioni e sarebbe sposato con una svedese.

Immediatamente la sezione antiterrorismo della procura di Parigi ha aperto un’inchiesta sull’accaduto. Al momento nessun gruppo ha rivendicato l’attacco. Secondo il ministro dell’Interno Ge’rard Collomb, l’attentatore sarebbe un cane sciolto: “Dobbiamo capire che questo è un nuovo terrorismo, e può colpire chiunque”.

Foto da Twitter.