Aggiornato alle: 23:12

Pavia, fuga di sostanze chimiche: operai intossicati

di Redazione

» Cronaca » Pavia, fuga di sostanze chimiche: operai intossicati

Pavia, fuga di sostanze chimiche: operai intossicati

| sabato 17 Giugno 2017 - 11:32
Pavia, fuga di sostanze chimiche: operai intossicati

Fuga di sostanze tossiche in provincia di Pavia, dove due operai sono rimasti intossicati ma le loro condizioni non sono particolarmente gravi. Altri 40 sono stati al pronto soccorso di vare strutture ospedaliere, tra cui il Policlinico San Matteo di Pavia e gli ospedali di Melegnano, Codogno, San Donato, Lodi e Vigevano.

L’allarme è scattato la notte scorsa (poco dopo la mezzanotte) a Landriano. Le sostanze tossiche sarebbero fuoriuscite dagli impianti della Bitolea, stabilimento dove vengono lavorati solventi e prodotti destinati all’industria farmaceutica. Secondo le rilevazioni dell’Arpa, l’incidente sarebbe avvenuto durante l’impiego del butiacetato durante il processo del riutilizzo delle acque, che avrebbe sprigionato i vapori urticanti. Non sarebbero stati rilevati danni ambientali o anomalie.

A essere colpiti dalle sostanze tossiche sono stati soprattutto gli occhi e le vie respiratorie. Una quarantina di operai ha fatto ricorso alle cure mediche ma fortunatamente non sono stati rilevati casi gravi; adesso bisognerà capire la dinamica dei fatti. Sul posto sono intervenuti sanitari e vigili del fuoco.

I due che hanno riportato le maggiori conseguenze sono dipendenti della Bitolea mentre quasi tutti gli altri operai che sono stati visitati al pronto soccorso erano dipendenti della Bartolini, una fabbrica adiacente alla Bitolea: è probabile che sia stato il vento a trasportare la piccola nube tossica.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it