arresti Pozzallo, arresti Ragusa, arresto scafista pozzallo, arresto scafista ragusa, arresto scafisti pozzallo, Pozzallo, Ragusa, sbarco migranti, scafisiti pozzallo, scafisti ragusa, video arresto pozzallo, video arresto scafista pozzallo

La polizia di Agrigento ha arrestato John Ogais, nigeriano, 25 anni mentre si trovava nel Cara “S. Anna” di Isola di Capo Rizzuto. L’uomo è accusato di far parte di un’organizzazione criminale che gestiva la tratta di migranti tra la Libia e la Sicilia, di sequestro di persona, violenza sessuale, omicidio aggravato e favoreggiamento di immigrazione clandestina.

Il 25enne sarebbe inoltre responsabile di torture e sevizie nella prigione di “Alì il Libico”, luogo in cui erano tenuti i migranti in Libia prima di partire per il viaggio verso l’Italia.

Ogais sarebbe anche uno dei complici di Sam Eric Ackom, ghanese, arrestato dalla Squadra mobile di Agrigento a marzo.

La polizia è riuscita a incastrarlo grazie alle testimonianze raccolte dagli altri migranti che hanno detto che Ogais si faceva chiamare “Rambo” e non si faceva scrupoli ad ammazzare e seviziare le persone.