Un nuovo rogo, definito “preoccupante” dalla Protezione civile, è divampato in Portogallo, a Gois, a circa 40 chilometri a nord di Pedrogao, dove le fiamme dei giorni scorsi sono costate la vita a 64 persone.

Il nuovo incendio è scoppiato mentre il Paese sta rispettando i tre giorni di lutto nazionale proclamati proprio per il disastro di Pedrogao Grande.

Sul posto stanno operando circa 800 vigili del fuoco e quattro Canadair.  Il governo portoghese ha ordinato l’immediata evacuazione dei numerosi paesi nella zona e ha chiesto aiuto al Marocco, che invierà mezzi aerei per contribuire a domare le fiamme.

Il comandante della protezione civile, Vitor Vaz Pinto, ha definito il nuovo rogo divampato a Gois come “molto veloce ed esplosivo”. Le condizioni meteorologiche nell’area rimangono difficili, con forti venti e temperature oltre i 40 gradi.