Il cammino dell’Italia all’Europeo Under 21 termina qui: la Spagna domina la semifinale (3-1) e affronterà la Germania nell’ultimo atto di questo torneo. Decide la tripletta del talento dell’Atletico Madrid, Saul Niguez.

Gli azzurrini dicono addio alla possibilità di inseguire un trofeo che manca addirittura da 13 anni: la Spagna si è dimostrato un avversario di un altro livello. La Furia Rossa sempre più bestia nera dell’Italia: è responsabile delle ultime 2 eliminazioni degli azzurri in questa competizione.

É il giocatore più talentuoso di questa Spagna a sbloccare la partita: Saul Niguez sfrutta la grandissima giocata di Johny sulla sinistra per bucare la porta azzurra con un sinistro piazzato dal limite dell’area. Ma sarà solo l’inizio di una serata magica per lui.

A mezz’ora dalla fine l’espulsione di Gagliardini: autore di una buona prova nel complesso, ma autore di un numero eccessivo di falli, specialmente nel primo tempo. Sarà l’episodio che condizionerà la gara.

L’inferiorità numerica non abbatte gli azzurri che trovano il pareggio con il solito Federico Bernardeschi, autentico trascinatore di questa nazionale: il 10 della Fiorentina trova il gol al termine di un’azione personale e con un pizzico di fortuna, vista la netta deviazione di Bellerin sul sinistro dal limite.

Dopo il gol del pareggio l’Italia sparisce: l’eurogol di Saul Niguez (con Donnarumma in evidente ritardo) taglia le gambe agli azzurri che non riescono più ad entrare in partita né a ostacolare le continue ripartenze delle “Furie Rosse”.

In rapida successione arriva anche la super-giocata del talento del Madrid, Asensio, e il tap-in di Saul, autore della tripletta e sempre più capocannoniere di questa competizione con 4 gol in 3 partite.

Termina così dunque l’avventura dell’Italia Under 21 all’Europeo: c’è delusione viste le grandi aspettative che accompagnavano questo gruppo, definito dallo stesso c.t. come il più forte da 20 anni a questa parte in questa categoria.

SPAGNA: Kepa; Bellerin, Mere, Vallejo, Jonny; Saul, Llorente, Ceballos (43′ s.t. Oyarzabal); Deulofeu (37′ s.t. Suarez), Sandro (32′ s.t. Williams), Asensio.

ITALIA: Donnarumma; Calabria, Caldara, Rugani, Barreca; Benassi (dal 42′ s.t. Garritano), Gagliardini, Pellegrini; Bernardeschi, Petagna (dal 27′ s.t. Cerri), Chiesa (dal 15′ s.t. Locatelli)