Aggiornato alle: 07:22

Mafia Capitale, Pignatone non si arrende | “È vero, ho perso, ma in città i clan esistono”

di Fabrizio Messina

» Cronaca » Mafia Capitale, Pignatone non si arrende | “È vero, ho perso, ma in città i clan esistono”

Mafia Capitale, Pignatone non si arrende | “È vero, ho perso, ma in città i clan esistono”

| sabato 22 Luglio 2017 - 08:54
Mafia Capitale, Pignatone non si arrende | “È vero, ho perso, ma in città i clan esistono”

“È vero, ho perso, ma in città i clan esistono e io non mi rassegnerò mai”. È questa la prima reazione ufficiale del procuratore capo di Roma, Giuseppe Pignatone, dopo la sentenza su Mafia Capitale. Pignatone ha quindi rivelato di essersi preso una notte di riflessione “perché le cose si vedono meglio con la testa fredda“.

Secondo il procuratore capo, le cosche pesano sulla vita della Capitale e la corruzione, le frodi e l’evasione sono l’altra emergenza: “Con questa indagine – ha detto a La Repubblica – intendevamo proporre un ragionamento avanzato sul rapporto tra mafia e corruzione”.

“Per altro, muovendoci nel solco della più recente giurisprudenza di Cassazione sull’articolo 416 bis – continua – Ora, il tribunale ha espresso un parere diverso e dunque aspettiamo le motivazioni per comprendere quale è stato il percorso logico della decisione”.

Bisognerà quindi capire “se si tratta di questioni che riguardano l’interpretazione del reato di associazione a delinquere di stampo mafioso o, al contrario, di una diversa lettura e qualificazione del fatto storico che il dibattimento ha provato”. “Dopodiché, se il tribunale ci convincerà, non faremo appello, altrimenti impugneremo“, ha aggiunto.

Per Pignatone, però, c’è un dato certo: “A Roma le mafie esistono”. “E lavorano incessantemente nel traffico di stupefacenti, nel riciclaggio di capitali illeciti, nell’usura. Solo lo scorso giugno abbiamo sequestrato beni di provenienza mafiosa per 520 milioni di euro. Sono mafie che incidono pesantemente nella qualità della vita dei cittadini, nella libertà delle loro scelte”.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it