Aggiornato alle: 17:43

Rubavano presidi e farmaci all’ospedale di Vittoria | Due infermiere finiscono agli arresti domiciliari

di Redazione

» Cronaca » Rubavano presidi e farmaci all’ospedale di Vittoria | Due infermiere finiscono agli arresti domiciliari

Rubavano presidi e farmaci all’ospedale di Vittoria | Due infermiere finiscono agli arresti domiciliari

| martedì 26 Settembre 2017 - 15:52
Rubavano presidi e farmaci all’ospedale di Vittoria | Due infermiere finiscono agli arresti domiciliari

Rubavano presidi e farmaci all’ospedale di Vittoria per somministrare terapie a pagamento ai pazienti già dimessi. Protagonista di questa vicenda sono due infermiere: Ornella Vietti, di 52 anni, e Franca Tolentino, di 51 anni. Entrambe sono state poste ai domiciliari con l’accusa di peculato ed esercizio abusivo della professione medica.

LA RICOSTRUZIONE

Secondo gli inquirenti, le infermiere avrebbero lavorato in nero, in case di cura o in abitazioni private, per alcuni pazienti già dimessi dall’ospedale. Il costo del servizio oscillava dai tre euro per un’iniezione intramuscolo ai quindici euro per una flebo.

LE ACCUSE

Oltre che di peculato, le due donne dovranno rispondere anche di esercizio abusivo della professione medica. Secondo l’accusa avrebbero infatti somministrato terapie senza ricorrere alla consulenza di un professionista abilitato affidandosi solamente all’esperienza maturata come infermiere,

I RETROSCENA DEL BLITZ

Gli accertamenti della squadra mobile, avviati dalla Procura di Ragusa dopo una denuncia dell’ospedale, hanno portato nel marzo del 2017 al sequestro di un ingente quantitativo di medicinali e presidi di proprietà dell’azienda sanitaria. Il materiale si trovava in un’agenzia di pompe funebri che sarebbe stata usata come deposito.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it