chiellini, Italia, Nazionale, Conferenza Chiellini nazionale, conferenza Chiellini Italia Scozia, Conferenza Chiellini Italia, Chiellini Juventus

Continuano le difficoltà per l’Italia di Ventura. Nella penultima giornata di qualificazioni ai Mondiali 2018, gli azzurri non sono andati oltre l’1-1 contro la Macedonia, faticando a trovare la via del gol e sbloccando il risultato solo grazie a una disattenzione della difesa avversaria, punita da Chiellini. Nella ripresa, arriva addirittura il pareggio macedone, con il palermitano Trajkovski. La Nazionale, con il punto conquistato stasera, ipoteca il secondo posto nel gruppo G, anche se ne manca un altro per la matematica qualificazione ai playoff di novembre.

Ventura lancia dal primo minuto Simone Verdi, al debutto da titolare, mentre a centrocampo, a causa delle tante assenze, la cerniera è composta da Parolo e Gagliardini. Tra gli ospiti, invece, tanti volti noti al pubblico italiano, su tutti Nestorovski e Pandev.

Dopo sette minuti arriva la prima palla gol per gli azzurri, su una combinazione in velocità tra Insigne e Immobile che porta l’ala del Napoli a tu per tu con il portiere che si supera negando il vantaggio all’Italia. Da lì in poi, però, gli uomini di Ventura faticano a creare occasioni da rete, davanti a una formazione avversaria che si chiude bene, con due linee molto strette a protezione della propria area. Alla mezz’ora è ancora Insigne a cercare il gol con un colpo di testa che però non impensierisce Dimitrievski. Sul finire del primo tempo ci pensa Chiellini a togliere le castagne dal fuoco, appoggiando in rete da pochi passi su assist di Immobile.

In avvio di ripresa la Nazionale si presenta con Rugani al posto dell’acciaccato Barzagli, fermato da un risentimento muscolare accusato nel primo tempo. Gli azzurri rischiano poco, ma faticano a creare occasioni per il raddoppio, senza riuscire ad andare oltre una circolazione di palla sterile. Ventura prova a cambiare qualcosa inserendo Bernardeschi per Verdi, ma la svolta non arriva, e anzi la Macedonia comincia a farsi vedere con più costanza dalle parti di Buffon, con le incursioni di Nestorovski e del neoentrato Trajkovski, che al 77′ pareggia il conto con un preciso diagonale di destro. Bernardeschi prova a lanciare l’assalto, ma la sua conclusione da fuori non trova il gol. Da lì in poi tanta confusione, fino al fischio finale dell’arbitro Lopes Martins.

TABELLINO

ITALIA-MACEDONIA 1 – 1

ITALIA (3-4-3): Buffon; Barzagli (dal 1′ s.t. Rugani), Bonucci, Chiellini; Zappacosta, Parolo, Gagliardini (dal 30′ s.t. Cristante), Darmian; Verdi (dal 19′ s.t. Bernardeschi), Immobile, Insigne. A disposizione: Donnarumma, Perin, Astori, D’Ambrosio, Candreva, Spinazzola, Barella, Eder, Gabbiadini. All.: Ventura.

MACEDONIA (3-4-3): Dimitrievski; Ristovski, Musliu, Velkovski (dal 30′ s.t. Zajkov); Radeski, Spirovski, Bardhi, Alioski; Pandev (dal 35′ s.t. Trickovski), Nestorovski, Hasani (dal 19′ s.t. Trajkovski). A disposizione: Nilsson, Siskovski, Tosevski, Doriev, Jahovic. All.: Angelovski.

Marcatori: 40′ p.t. Chiellini (I), 32′ s.t. Trajkovski (M).

Note: ammoniti Spirovski (M), Hasani (M), Parolo (I).