bimbo impiccato marsala, bimbo morto marsala, bimbo strangolato cinghia borsa, bimbo strozzato marsala, incidente marsala, Marsala

Antonela Kmet, la mamma investita sulle strisce pedonali il 26 settembre mentre attraversava la strada con i due figli di 11 e 5 anni, si è arresa dopo due settimane di agonia all’ospedale Ca’ Foncello di Treviso. La donna, di 46 anni e di origini croate, era apparsa da subito grave.

L’auto pirata era guidata da un’anziana di 87 anni che ha rischiato di travolgere i due bambini: solo l’intervento della mamma, che ha fatto da scudo ai figli con il proprio corpo, ha evitato la tragedia. La donna era stata immediatamente trasportata all’ospedale di Treviso a bordo di un’eliambulanza.

Un intervento chirurgico e due settimane di coma, alla fine, hanno avuto il peggiore dei epiloghi. L’anziana alla guida ha dichiarato dopo l’incidente di non aver visto i tre pedoni sulle strisce perché abbagliata dalla luce del sole. I due bimbi, invece, si sono salvati riportando solo alcune fratture.