Aggiornato alle: 10:08

Bambini e animali: benefici e regole da seguire

di Valentina Grasso

» Salute » Bambini e animali: benefici e regole da seguire

Bambini e animali: benefici e regole da seguire

| venerdì 03 Novembre 2017 - 18:32
Bambini e animali: benefici e regole da seguire

Il contatto tra bambini e animali è fondamentale durante la crescita. Entrambi infatti vedono nell’altro un compagno di giochi e un amico fidato. Dal punto di vista caratteriale infatti sono molti i benefici che i bambini traggono da un cane e un gatto. La vicinanza di un animale domestico può aiutare nelle relazioni e nello sviluppo del bambino, essendo per lui un compagno di giochi alla pari.

Autostima e Responsabilità

L’intelligenza emotiva è quella che ne trae più vantaggio. Per intelligenza emotiva si intende la capacità di avvertire sentimenti, saperli riconoscere e esprimere agli altri in maniera corretta. Responsabilità e autostima vengono accresciute. Il bambino infatti prendendosi cura di un altro essere vivente capisce di avere dei doveri e si sente più sicuro di sé e delle sue capacità.

bambini-e-animali-benefici-e-regole-2

Supporto emotivo

I bimbi, soprattutto i più timidi, sapranno di avere qualcuno al proprio fianco. Tenderanno infatti ad instaurare un forte legame di amicizia che li porterà a condividere e chiacchierare con il proprio cane o il proprio gatto imparando ad esprimersi, combattendo talvolta la balbuzie e sperimentando il dialogo con l’altro. Nei momenti difficili inoltre parlare con il proprio animale può aiutare il bambino a superare paure e momenti difficili.

Rapporti tra animali e bambini

Rimane importante comunque che i genitori vigilino mentre bambini e animali sono vicini. E’ necessario, per esempio, evitare che il bambino strattoni il cane tirando coda e pelo perché questo comportamento potrebbe causare una brusca reazione dell’animale. Allo stesso modo è consigliabile che il bambino non disturbi il cane mentre dorme o mentre mangia.

bambini-e-animali-benefici-e-regole-1

Per quanto concerne il gatto invece tutto dipende dal carattere del felino. Farà capire lui stesso se gradisce o meno le coccole del bambino. Qualora l’attenzione del bimbo non fosse di suo gradimento si allontanerebbe nascondendosi. Anche in questo caso saranno i genitori a regolare i rapporti tra i due cuccioli

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it