Don Alessandro Minutella è stato scomunicato dalla Chiesa Cattolica per essersi rifiutato ufficialmente, attraverso i social network, di rendere un atto pubblico di fedeltà a Papa Francesco.

Il sacerdote palermitano della parrocchia di Romagnolo è fuori dalla comunione ecclesiale con una decisione presa dalla Congregazione per il clero. Il 21 settembre don Minutella aveva presentato una lettera al vescovo Corrado Lorefice, che gli aveva già vietato la celebrazione delle messe, una missiva in cui il sacerdote ribadiva le motivazioni della sua protesta.

Don Minutella diceva di schierarsi contro “l’impostura della falsa Chiesa” di Papa Francesco, posizioni ribadite più volte anche attraverso Facebook.