Fondazione Rosselli, Google AdWords, link sponsorizzati, Seminario sui diritti dei consumatori di Palermo, sentenza del tribunale di Palermo, sentenza google palermo, Studio legale Palmigiano, Tribunale di Palermo assolve Google, università di palermo

Dicembre è da sempre tempo di stime, di bilanci, di classifiche. 

Molto spesso, quello che fa notizia diventa anche di tendenza, ovvero argomenti condivisi che diventano oggetto di discussione – spesso e volentieri sui social network -, ma soprattutto “cercati” attraverso i motori di ricerca. 

Nel 2017 al primo posto tra i nomi più digitati su Google c’è Matt Lauer, il conduttore televisivo dimessosi dopo essere finito al centro di uno scandalo sessuale. Segue subito dopo Meghan Markle, la bellissima attrice che il prossimo anno diventerà la moglie del principe Harry.

Al terzo posto invece troviamo un’italiana: si tratta di Nadia Toffa, l’inviata de Le Iene che recentemente è stata colpita da un malore. Le sue condizioni di salute sono diventate argomento di discussioni per tantissime persone, facendo subito salire il numero di ricerche sul suo nome. 

Quarto posto per il produttore cinematografico Harvey Weinstein coinvolto in uno scandalo di molestie sessuali che ha fatto negli ultimi mesi tremare Hollywood, seguito da Kevin Spacey, anche lui coinvolto.