Non ce l’ha fatta Sofia De Barros, la bimba simbolo della battaglia per l’accesso al metodo Stamina ideato da Davide Vannoni. Dopo anni di lotta contro una gravissima malattia rara, la leucodistrofia metacromatica, la piccola è morta.

Sofia, che aveva effettuato delle infusioni secondo la metodica agli Spedali Civili di Brescia e al centro di battaglie legali per riprenderle dopo il parere negativo da due commissioni ministeriali, aveva commosso gli italiani.

Alcuni video mostrati in una nota trasmissione televisiva e dai genitori su Facebook mostravano presunti miglioramenti della piccola. A darne notizia sono la mamma e il papà tramite i social network.

“Sabato sera la nostra piccola straordinaria bambolina Sofia è volata in cielo direttamente dalle braccia di mamma e babbo. Ora per lei non esiste più dolore, c’è solo l’amore”, scrive il papà Guido su Facebook, dove fa sapere che per chi vorrà partecipare alla cerimonia potrà farlo controllando i dettagli nei prossimi post.