Il figliol prodigo è tornato a casa. Nella notte, i tifosi dei Miami Heat hanno riabbracciato il loro beniamino Dwyane Wade, tornato in Florida dopo un anno e mezzo tra Chicago e Cleveland. Al momento del ritorno in campo di Flash, a metà del primo quarto, l’American Airlines Arena si è alzata in una standing ovation da brividi, che ha accompagnato i primi passi di Wade in quella che è stata la sua casa cestistica per quasi quindici anni. 

Pochi minuti dopo, la scena si è ripetuta, quando il numero 3 ha segnato una tripla in faccia a Khris Middleton, mandando a referto i primi punti di questa sua nuova esperienza in maglia Heat. In realtà, è stato l’unico canestro della notte per l’MVP delle Finals 2006, poco ispirato al tiro, nella vittoria di Miami contro Milwaukee