Pressione fortissima quella del PSG sul giovane portiere del Milan Gianluigi Donnarumma: i parigini sarebbero pronti, secondo il quotidiano Qs, a raddoppiargli lo stipendio che attualmente ammonta a circa € 6 milioni. Al Milan, sempre secondo indiscrezioni, andrebbero 70 milioni di euro: soldi che sarebbero destinati a mettere a posto i bilanci rossoneri e, senza la qualificazione in Champions League la prossima stagione, sarebbero davvero provvidenziali.

Il sostituto di Donnarumma

Una soluzione economica che metterebbe ordine in casa Milan ma che creerebbe un buco fra i pali: Pepe Reina sembra essere l’indiziato per ricoprire il posto vacante. Un radicale cambio in porta: da un giovane in ottica futuro ad un portiere con una esperienza totale in grado di garantire affidabilità e sicurezza al reparto arretrato. Lo spagnolo è in scadenza col Napoli e il Milan sembrerebbe essersi fiondato su di lui per il dopo Donnarumma.

Raiola e Verratti giocherebbero un ruolo importante per il trasferimento di Gigio alla corte parigina: il centrocampista azzurro Marco Verratti, secondo numerose indiscrezioni, avrebbe consigliato la meta Parisienne  a Donnarumma, e il suo agente Mino Raiola (lo stesso di Verratti) potrebbe lavorare già da giungo al trasferimento del giocatore.

Donnarumma e la rottura con i tifosi

Gigio rischia di rivivere una estate simile a quella precedente: durante la scorsa finestra di mercato sono sorte numerose insidie sul rinnovo di Donnarumma (imposte dallo stesso portiere e dal suo procuratore Raiola) poi scemate nella decisione di proseguire il percorso con la maglia del Milan, firmando un quinquennale da €6 milioni a stagione. Si ripresentano dunque gli spauracchi per il giovane portiere azzurro: un pubblico che di certo non apprezzerà l’addio di Donnarumma.