libia naufragio, naufragio libia Oim, naufragio Oim, oim naufragio libia

Un’imbarcazione di legno con 51 migranti a bordo è naufragata al largo delle coste libiche, nella notte di sabato. Secondo il racconto dei superstiti, sarebbero annegate 21 persone, tra cui una donna in gravidanza. Le persone sopravvissute, insieme a quelle di altri salvataggi avvenuti nella notte, hanno fatto rotta verso la Sicilia a bordo della nave Aquarius di Sos Mediterranee.

Le vittime del naufragio al largo della Libia

Un giovane sopravvissuto del Gambia ha raccontato ai soccorritori dell’Aquarius, che inizialmente, a bordo della barca di legno, erano in più di 50 persone. Tra le vittime quattro delle cinque donne presenti, una delle quali era incinta. Il giovane dice di aver perso anche il fratello.

L’imbarcazione di legno con i migranti a bordo avrebbe cominciato ad imbarcare acqua a circa 55 miglia dalle coste libiche. Durante due diverse operazioni di soccorso avvenute nella stessa notte, il personale della nave Aquarius, noleggiata da Sos Mediterranee e gestita in partnership con Medici senza frontiere, ha recuperato un centinaio di persone.