spotify compie 5 anni

Spotify, la nota piattaforma che offre musica in streaming on demand, adotta misure restrittive contro chi usa illegalmente i servizi premium e blocca gli account. Sui social è scoppiata subito la polemica e molti utenti hanno confermato di utilizzare accessi non originali.

Le dure misure anti-pirateria di Spotify

Chi accede ai servizi Spotify con un account illegale si ritrova la scritta “503 Service Unavailable” sulla pagina web della piattaforma. Una portavoce del servizio musicale, subito dopo l’annuncio della quotazione dell’azienda a Wall Street, aveva già anticipato l’arrivo di misure restrittive per chi avesse utilizzato Spotify tramite app non autorizzate, che sarebbero state immediatamente bloccate.

Immediata la polemica sui social. In tanti hanno commentato l’accaduto su Twitter, confermando la presenza di molti utenti illegali. L’hashtag #Spotify è schizzato fra i primi posti. “Se Spotify abbassasse i prezzi non mi dispererei così tanto per il mio account craccato bloccato” scrive un utente, ma le risposte di chi difende la decisione della piattaforma non tardano “Scusate, arrivo tardi, fatemi capire. C’è gente indignata perché non volendo pagare 10€ al mese di Spotify per avere accesso illimitato a 30 milioni di brani ha trovato il modo di crackarlo e Spotify giustamente gli ha bloccato l’account? Sul serio?”.