Federer Indian Wells

Un altro giorno in ufficio senza problemi per Roger Federer. Nel terzo turno del Masters 1000 di Indian Wells, lo svizzero ha concesso appena tre giochi a Filip Krajinovic, guadagnandosi l’accesso agli ottavi di finale in totale controllo. Al prossimo turno il numero 1 del ranking, per mantenere la sua posizione in classifica, dovrà battere il francese Jeremy Chardy, già giustiziere di Fabio Fognini e ieri vincitore nel derby francese con Mannarino. 

Non se la passano altrettanto bene le altre teste di serie. Dominic Thiem, chiamato a dar prova di progressi sul cemento in questa stagione sul veloce americano, si è ritirato nel terzo set della sfida con Pablo Cuevas a causa di una distorsione alla caviglia accusata a inizio partita, mentre Tomas Berdych si è arreso con un doppio 6-4 a Hyeon Chung, ormai in rampa di lancio dopo la semifinale a sorpresa in Australia. Agli ottavi anche il giovane statunitense Taylor Fritz, che ha chiuso al tiebreak del terzo contro Verdasco, e Borna Coric, in un momento di forma davvero impressionante, come testimoniano le briciole lasciate a un avversario solido come Bautista Agut. 

Nel torneo femminile, l’attesa era tutta per la sfida di casa Williams tra Venus e la rientrante Serena. Alla fine, a spuntarla è stata la sorella maggiore, portando a casa la dodicesima vittoria in ventinove scontri diretti, e mostrando tutta la differenza a livello di condizione, inevitabile se si considera il lungo stop per maternità della vincitrice di 23 slam. A sorpresa, cade Elina Svitolina, eliminata dalla Suarez Navarro, mentre la Wozniacki, pur soffrendo più del previsto, ha piegato al terzo set la bielorussa Sasnovich.