È di due operai morti e uno gravemente ferito il bilancio di un’esplosione al porto di Livorno. Si tratta di Nunzio Viola, aveva 53 anni e di Lorenzo Mazzoni, 25. La deflagrazione si è verificata in un serbatoio. Sul posto le ambulanze e le squadre dei vigili del fuoco. Questi ultimi, hanno lavorato per mettere in sicurezza la zona anche se non si è sviluppato alcun incendio. Il serbatoio dopo l’esplosione si è inclinato.

L’esplosione ha provocato due vittime: sono operai

La zona nel deposito di oli combustibili è stata completamente evacuata. La procura di Livorno ha aperto un fascicolo relativo all’esplosione avvenuta al porto industriale. L’indagine è per disastro colposo, al momento a carico di ignoti.