Emiliano Mondonico, minuto di silenzio Mondonico

Emiliano Mondonico, 71 anni, si è spento nella notte: all’alba tantissimi i messaggi di cordoglio delle società calcistiche (amiche e rivali, sportivamente parlando) rivolte alla famiglia, stretta a lutto per la morte dell’ex allenatore di calcio che da anni lottava contro un tumore.

Il messaggio del Torino

È entrato nella storia della nostra società e nel cuore di tutti i tifosi, oltre alle specifiche competenze, per il coraggio e per il suo spirito indomito, qualità che lo hanno anche contraddistinto come uomo sino all’ultimo. Il calcio perde un apprezzato professionista.” Parole, queste del Torino, che donano un ricordo affettuoso ad un allenatore che rimarrà per sempre nel cuore dei tifosi granata.

La vicinanza dell’Atalanta

Bergamo è sicuramente uno dei centri dove Emiliano Mondonico ha svolto meglio la sua carriera; l’Atalanta ricorda così il suo ex tecnico: “In momenti come questo si fa sempre tanta fatica a trovare le parole, forse perché non ce ne sono. Se n’è andato un pezzo importante di storia atalantina ma mai potrà essere dimenticato. Ciao mister, ciao Mondo”.

Il ricordo dei rivali e degli amici

“Avversario vero, avversario leale”, scrive il Milan per ricordare Mondonico: “Emiliano Mondonico e il suo senso dello sport mancheranno a tutti. Il Milan saluta commosso un grande innamorato del calcio”.

Un messaggio sportivo quello rossonero, che è accompagnato anche dal ricordo del grande amico ed ex collega Arrigo Sacchi: “Perdo un caro amico, avevamo fatto il corso da allenatore a Coverciano insieme, ci conoscevamo da tantissimi anni, provo un grande dolore. È stato un tecnico di valore, con grandi capacità e un uomo ancora migliore. Ha lottato in questi sette anni come un leone, non si è mai dato per vinto. Sono molto vicino alla famiglia”.

La federazione

La FIGC esprime il suo cordoglio e si stringe attorno ai familiari di Emiliano Mondonico, morto questa notte all’età di 71 anni”, telegrafico il messaggio iniziale, da parte della FIGC, nel ricordo del tecnico lombardo.

La Federazione poi ripercorre con ordine l’avventura, prima da calciatore e poi da allenatore, di Emiliano Mondonico ricordando di fatto i suoi successi e le sue esperienze lavorative nel campionato italiano.