falde_kilimangiaro

Piovono critiche sulla trasmissione targata Rai3 ‘Kilimangiaro‘ che va in onda ogni domenica. Motivo? Il giorno di Pasqua Gloria Aura Bortolini ha sconsigliato ai telespettatori di non recarsi nelle agenzie di viaggio ritenute troppo care. Consiglio che ha suscitato inevitabilmente la reazione delle agenzie di viaggio.

‘Kilimangiaro’, il programma si scusa

Dopo le polemiche arrivano le scuse. “Ci scusiamo, si è trattato di un refuso nella stesura del copione, il riferimento era ad alcuni siti di viaggio internazionali, erroneamente definiti agenzie, che offrono pacchetti che includono esperienze di volontariato, per questo abbiamo consigliato di rivolgersi direttamente alle associazioni di volontariato. Non volevamo assolutamente denigrare le agenzie e cercheremo di rimediare quanto prima all’errore con le rettifiche del caso”, si legge nella nota pubblicata.

‘Kilimangiaro’, la reazione di Fiavet

Parole al miele che non placano la rabbia degli agenti di viaggio, i quali si sono appellati a Fiavet (Federazione Italiana Associazioni Imprese e Viaggi). “Il messaggio che sembra essere passato è quello di incentivare l’abusivismo e il fai da te, a discapito, in primo luogo, della sicurezza del viaggiatore/consumatore”, scrive la Federazione, sottolineando come, sulla pagina Facebook della trasmissione sia ancora visibile il filmato, “nonostante sia stato oggetto di aspre critiche da parte di molti agenti di viaggi, che hanno indotto il gestore della pagina social a improntare una improbabile e insoddisfacente nota di precisazione, il contenuto risulta ancora presente e non modificato”. Per tale motivo Fiavet ha deciso di inviare una lettera alla Rai, in particolare all’ufficio Affari legali e alla direzione di Rai3.

‘Kilimangiaro’, la Campania si mobilita

“La nostra è un’iniziativa autonoma, senza sigle e senza politica. Sono troppi anni che subiamo, e che non veniamo più valorizzati come una categoria di lavoratori”. Attraverso questa dichiarazione le agenzie della Campania hanno indetto una manifestazione organizzata per venerdì davanti alla sede della Rai, in viale Marconi a Napoli. “Chiediamo ai colleghi di essere presenti tutti, portando amici, famiglia e chi, grazie al nostro lavoro, riesce a sbarcare il lunario – hanno affermato -. Chiediamo agli organi di stampa di intervenire, affinché la nostra voce sia forte abbastanza”.