la storia di wasao il cane capostazione

Un nuovo capostazione a Ajigasawa, in Giappone. Non ci sarebbe nulla di strano se il nuovo dirigente non fosse un cane. Il suo nome è Wasao e da questo momento in poi, insieme alla sua compagna Zubaki e alla loro cucciola di due anni, avranno il compito di accogliere i passeggeri della stazione ferroviaria. Organizzata una cerimonia formale, a Wasao sono stati persino consegnati un certificato e una divisa da indossare durante le sue ore di “lavoro”.

Chi è Wasao, il cane capostazione?

Wasao era un randagio che qualche anno fa è stato adottato da una commerciante di Ajigasawa di 71 anni. Il quattrozampe è diventato famoso dopo che una cliente del negozio pubblicò una sua foto. Dopo essere diventato la mascotte della città, Wasao ha ricevuto la nomina ufficiale ed è entrato subito in servizio accogliendo i primi passeggeri. 

La storia di Wasao ricorda da vicino quella di Hachiko, l’Akita che per anni sedette alla stazione di Shibuya aspettando il suo padrone. Un altro animale però ha avuto la stessa carriera di Wasao, un gatto di nome Tama che con la sua storia ha salvato la stazione in cui “prestava servizio” dal fallimento.