Aggiornato alle: 22:07

Tè verde, infusi sicuri: attenzione agli integratori

di Redazione

» Cucina » Cibo » Tè verde, infusi sicuri: attenzione agli integratori

Tè verde, infusi sicuri: attenzione agli integratori

| mercoledì 18 Aprile 2018 - 13:38
Tè verde, infusi sicuri: attenzione agli integratori

Gli antiossidanti contenuti nel tè verde e nei suoi infusi non costituiscono un rischio per danni epatici. Queste le conclusioni dell’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa), che ha reso pubblico il suo parere dopo le preoccupazioni sollevate da alcuni paesi del Nord Europa. Attenzione invece agli integratori a base di tè verde.

Tè verde: infusi sicuri

Gli antiossidanti presenti nel tè verde si chiamano catechine. Queste sostanze diventano nocive quando vengono assunte tramite integratori alimentari in dosi pario o superiori agli 800 mg al giorno. Gli infusi di tè verde ne contengono dagli 90 ai 300 mg, per cui non sono ritenuti pericolosi per la salute del fegato.

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it