Aggiornato alle: 14:30

Consultazioni, ultimo giro: lunedì aprirà il M5S

di Redazione

» Politica » Consultazioni, ultimo giro: lunedì aprirà il M5S

Consultazioni, ultimo giro: lunedì aprirà il M5S

| giovedì 03 Maggio 2018 - 08:04
Consultazioni, ultimo giro: lunedì aprirà il M5S

A due mesi dalle elezioni non esiste ancora un esecutivo. Dopo i vari accordi saltati tra tutti gli attori politici in campo, il testimone torna nelle mani di Mattarella che ha ufficializzato, questa mattina, una nuova (e ultima) tornata di consultazioni, prevista per il prossimo lunedì.

Ultimo giro di consultazioni: il calendario

Ѐ il 7 maggio dunque il giorno preposto all’ultima chiamata per la formazione del governo. Il M5S dovrebbe salire al Colle per primo. Così, almeno prevede il calendario appena ufficializzato. La delegazione stellata è attesa, al Quirinale, per le 10. Seguirà quella del centrodestra che, anche questa volta, salirà da Mattarella in un’unica mandata. Dopo le due forze politiche vincitrici, si recheranno al Colle tutte le altre formazioni. Alle 12, il Partito Democratico (in queste ore impegnato in un’accesa discussione). Alle 16, sarà la volta di LeU, seguito poi dal GP per le Autonomie e dai gruppi misti. Gli ultimi a salire al Quirinale saranno i presidenti di Camera e Senato, Roberto Fico e Maria Elisabetta Alberti Casellati.

Ecco il calendario ufficiale, twittato dal Quirinale:


L’appello di Mattarella e il tweet del Quirinale

Mattarella attende la direzione del Pd per farsi ufficializzare il ‘no’ al M5s, già anticipato dalle dichiarazioni Dem, e poi lunedì darà il via a un nuovo giro di sondaggi delle forze politiche che durerà soltanto giorno. Probabilmente l’ultimo e, in assenza di novità, prenderà l’iniziativa di un governo che possa almeno arrivare al 2019 ‘salvando’ la Finanziaria. Ma la possibilità di un voto a ottobre resta in piedi. Esclusa, invece, da tutte le fonti ufficiali la possibilità di tornare alle urne a giugno.

Sergio Mattarella ha lanciato un nuovo appello a metter da parte almeno per un po’ veti e personalismi per il bene dell’Italia. “A distanza di due mesi – si sottolinea da fonti del Quirinale – le posizioni di partenza dei partiti sono rimaste invariate. Non è emersa alcuna prospettiva di maggioranza di governo”.


Meloni: “Incarico al centrodestra”

“Chiamerò Salvini e Berlusconi per proporre che il centrodestra lunedì nelle consultazioni con il presidente Mattarella chieda un incarico pieno per andare in Parlamento, verificare se ci sono i numeri su alcune proposte serie di cose da fare”. Sono le parole della leader di FdI, Giorgia Meloni, che aggiunge: “Se non ci saranno quei numeri, sarà comunque un governo di centrodestra ad accompagnare l’Italia a nuove elezioni e non Gentiloni”.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it