corso per prevenire il randagismo a palermo

Stabilito stamani il piano d’intervento per la prevenzione del randagismo e per le adozioni progettato dal Comune di Palermo in collaborazione con LAV, Lega Anti Vivisezione. Al via oggi il corso su base volontaria per approfondire le competenze cinofile di 101 agenti di Polizia Municipale. 

Un  progetto che vede la cooperazione come principio primario per arginare il fenomeno del randagismo nel capoluogo siciliano e per migliorare l’incontro tra uomo e animale sul territorio. “Un rapporto sinergico tra Polizia Municipale, LAV, volontari, Asp, Istituito Zooprofilattico e Medici veterinari – ha dichiarato il comandante Gabriele Marchese in conferenza stampa – rappresenterà il migliore progetto di rilevanza nazionale per combattere il randagismo e prevedere condizioni di vita migliori per gli animali da affezione”.

Un corso riservato agli agenti di Polizia Municipale

Sarà inoltre “opportuno disciplinare il rapporto tra uomo e animale per la tutela e per il benessere dell’animale e garantire la sicurezza urbana attraverso il lavoro sul campo degli agenti, per promuovere – ha sottolineato Marchese – la convivenza civile basata sulla sicurezza degli animali e dei cittadini. Gli agenti acquisiranno le competenze per affrontare i problemi e avranno gli strumenti per gestire le criticità che vedono protagonisti i cittadini e gli animali da affezione”.

Migliori qualità di vita e la creazione di nuovi spazi tra le proposte della LAV: “Lavoreremo su due fronti – ha spiegato Federica Faiella, responsabile dell’area adozioni LAV -, il primo per sanare i problemi strutturali anche attraverso la creazione di aree verdi e fare in modo che gli animali possano trovare una sistemazione più accogliente, il secondo finalizzato a migliorare la qualità della loro vita attraverso l’assistenza medica per lavorare sul recupero comportamentale allo scopo di favorire le adozioni”.

Il corso si articolerà in due momenti: uno teorico finalizzato all’acquisizione di conoscenze riguardanti la normativa vigente e le linee guida sull’operatività e uno pratico dedicato alla didattica sul campo, durante la quale gli agenti apprenderanno le procedure di intervento. 

“Grazie alla collaborazione e allo stimolo della LAV – hanno dichiarato il Sindaco Leoluca Orlando e l’Assessore Sergio Marino -, si è avviato un percorso virtuoso che permetterà agli animali di trovare adeguata accoglienza, ma più in generale permetterà una migliore e più qualificata azione dell’Amministrazione comunale rispetto al tema del randagismo e della cura degli animali. E’ un esempio di come la collaborazione fra pubblico e privato sociale improntata alla fiducia, al rispetto delle reciproche competenze e professionalità e al perseguimento di obiettivi comuni, porti certamente buoni frutti”.