Aggiornato alle: 07:15

Offese e minacce ‘social’ a Mattarella, tre indagati a Palermo

di Redazione

» Cronaca » Offese e minacce ‘social’ a Mattarella, tre indagati a Palermo

Offese e minacce ‘social’ a Mattarella, tre indagati a Palermo

| mercoledì 30 Maggio 2018 - 18:06
Offese e minacce ‘social’ a Mattarella, tre indagati a Palermo

Sono stati identificati i primi autori delle minacce e degli insulti comparsi sui social network nei confronti di Sergio Mattarella. Si tratta di Manlio Cassarà, Michele Calabrese e Eolisa Zanrosso, iscritti nel registro degli indagati. I tre sono stati accusati dalla Procura di Palermo di attentato alla libertà del presidente della Repubblica e offesa all’onore e al prestigio dello stesso: reati puniti fino a 15 anni di reclusione.

Le frasi incriminate

Manlio Cassarà aveva scritto su Twitter: “Hanno ucciso il fratello sbagliato“, riferendosi all’omicidio di Piersanti Mattarella; Michele Calabrese, autore di un post analogo. Invece Eloisa Zanrosso aveva postato: “Ti hanno ammazzato il fratello, non ti basta?“.

L’inchiesta, avviata ieri dalla Procura di Palermo e dalla Digos, era a carico di ignoti. Di fatto la Digos ha identificato gli autori dei post ingiuriosi accertando che non si trattasse di fake. Decine di altre frasi minacciose apparse su altri profili sono al vaglio dei magistrati.

 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it