Aggiornato alle: 22:37

Roland Garros, è grande Italia: Berrettini e Cecchinato al terzo turno

di Redazione

» Altri Sport » Roland Garros, è grande Italia: Berrettini e Cecchinato al terzo turno

Roland Garros, è grande Italia: Berrettini e Cecchinato al terzo turno

| mercoledì 30 Maggio 2018 - 18:41
Roland Garros, è grande Italia: Berrettini e Cecchinato al terzo turno

Se i vecchi leoni come Andreas Seppi e Simone Bolelli iniziano a guardare alla fase discendente della carriera, c’è una gioventù del tennis italiano che spinge per imporsi al grande pubblico. Al Roland Garros, Matteo Berrettini e Marco Cecchinato hanno ottenuto il miglior risultato delle rispettive carriere, centrando un prestigioso accesso al terzo turno che varrà un ulteriore passo in avanti nel ranking ATP, oltre, chiaramente, al non trascurabile aspetto economico, e alla possibilità di giocare un’altra partita sulla terra parigina contro avversari prestigiosi.

Prestigioso era anche, qualche anno fa, il rivale odierno di Berrettini, Ernests Gulbis, un passato da top 10 e da semifinalista sulla terra parigina, dove qualche anno fa aveva anche battuto sua maestà Federer. Il ventiduenne romano, però, non ha tremato di fronte al lettone, per la verità oggi lontano parente di quel giocatore, imponendosi in quattro set in cui ha sempre dato l’impressione di essere in controllo sulla partita. Adesso, per Matteo, al terzo turno si prospetta una sfida con il vincitore della sfida tra Thiem e Tsitsipas, due dei migliori giocatori sulla terra rossa. 

Per Marco Cecchinato, invece, il compito odierno era più agevole, considerando che doveva vedersela con il lucky loser Marco Trungelliti, richiamato per giocare a Parigi quando era già a Barcellona e arrivato nella capitale francese domenica notte in compagnia della nonna, per una storia da film che ha visto il suo lieto fine contro Tomic al primo round, ma non contro il palermitano, glaciale nel controllare un match in cui aveva la pesante etichetta di favorito. Per il Ceck, al terzo turno, una sfida molto impegnativa, contro Pablo Carreno Busta, che oggi ha mostrato qualche segno di cedimento contro Delbonis, ma resta comunque un giocatore temibile, nell’ultimo anno sempre a cavallo dei migliori dieci al mondo. 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it