Conte

Il Real Madrid si trova in una situazione particolarmente scomoda. L’addio inatteso di Zinedine Zidane, dopo la conquista della terza Champions League consecutiva, ha lasciato i blancos senza allenatore in un momento in cui i principali tecnici avevano già trovato squadra, e la dirigenza vaglia le alternative in una corsa contro il tempo per non perdere la faccia davanti ai propri tifosi. Sfumato Pochettino, che sembra destinato a restare al Tottenham, Florentino Perez avrebbe rivolto le proprie attenzioni su Antonio Conte.

L’ex CT della Nazionale, però, è intenzionato a rispettare il proprio contratto con il Chelsea, dopo una stagione complicata in cui, comunque, ha chiuso da vincente sollevando l’FA Cup. La corte del Real, chiaramente, non lascia indifferente Conte, che tuttavia non è convinto della possibilità di imporre il proprio metodo di lavoro su un gruppo di giocatori ormai in là con l’età nell’undici titolare, e abituati a tecnici più morbidi come Zizou o Benitez, rispetto a un sergente di ferro come lui.

A questo punto, non è da escludere che alla guida del Madrid possa essere promosso un altro componente della formazione dei Galacticos, Guti, che nelle ultime stagioni ha fatto intravedere ottime potenzialità, anche meglio di quanto non abbia fatto Zidane ai tempi, come tecnico della formazione Under 19