Vesely Caltanissetta
Jiri Vesely

Continua la sua corsa al Challenger di Caltanissetta l’ex numero 35 ATP Jiri Vesely, che nel match di secondo turno ha avuto ragione in tre set dell’azzurro Federico Gaio nella miglior partita di giornata, in attesa del match serale tra Cuevas e Arevalo. Out anche Salvatore Caruso, siciliano di Avola, sconfitto dall’austriaco Novak. 

Troppo Vesely per Gaio

Jiri Vesely è un avversario di livello superiore, costretto a giocare i challenger solo a causa di un periodo di forma poco felice. Il ceco, nella sfida con Federico Gaio, ha portato a casa la partita in tre set nonostante la grande voglia messa in campo dall’emiliano, che come al solito si è esaltato nella sfida agonistica, salvo poi cedere alla maggior cifra tecnica del suo rivale. 

Novak avanza ancora

Continua a essere lo spauracchio degli italiani l’austriaco Dennis Novak, che dopo aver battuto Moroni si è preso anche lo scalpo del beniamino del pubblico Salvatore Caruso, unico siciliano rimasto in tabellone. Per Novak, nei quarti di finale, una sfida molto impegnativa con Vesely, ma con la fiducia derivante dall’aver vinto due partite non facili.

Ok Balasz

Si qualifica per i quarti del challenger da 127.000 euro, secondo per importanza in Italia solo agli Internazionali Bnl del Foro Italico, anche l’ungherese Attila Balazs (173 del ranking ATP), che ha sconfitto agevolmente il mancino sloveno Blaz Rola.