Nardi ATP

Piccole promesse del tennis italiano crescono. Nell’ITF di Sassuolo, il giovanissimo Luca Nardi, appena quattordicenne, ha conquistato il suo primo punto ATP, dopo esser stato ripescato nel tabellone principale come lucky loser proveniente dalle qualificazioni, battendo al terzo set il numero 770 del ranking, il ceco Bastian Malla. Da lunedì, dunque, Nardi farà il suo debutto nella classifica stilata dal computer. 

Il pesarese, classe 2003, può vantare già risultati di alto livello nei tornei giovanili, avendo vinto lo scorso anno Le Petit As, una sorta di campionato mondiale tra i suoi coetanei in Francia, e avendo raggiunto, qualche giorno fa, la semifinale al torneo Avvenire di Milano. Una prestazione salutata da paragoni ingombranti con Roger Federer, per lui che, al contrario dello svizzero, gioca il rovescio a due mani.

Quel che è certo, però, è che, dopo Gianluigi Quinzi, in Italia è presente ancora una volta un prospetto dal grandissimo talento. Sarà compito della federazione proteggerlo ed evitare gli stessi errori commessi dal fermano, che solo adesso sta risalendo le classifiche dopo lo scintillante avvio di carriera che lo aveva visto vincere Wimbledon a livello juniores. 

 

Fonte immagine Spazio Tennis