Simone Bolelli, qualificazioni Wimbledon

Sono nove gli italiani che vanno a caccia di un posto nel tabellone principale a Wimbledon, attraverso i tre turni di qualificazione in programma questa settimana sui campi del Bank of England Sports Centre di Roehampton, a pochi chilometri da Londra. Il sorteggio non è stato clemente con Simone Bolelli, che sull’erba dei Championships vanta tre terzi turni, ma dovrà affrontare l’indiano Ramanathan, particolarmente a suo agio sull’erba. 

Tomic per Donati

Primo turno decisamente in salita anche per Matteo Donati, che dopo dei buoni risultati sulla terra rossa dovrà fare i conti con Bernard Tomic, giocatore di livello superiore che sembra aver fatto recentemente pace con sé stesso, per tornare a competere a buoni livelli. Alessandro Giannessi, invece, avrà un debutto soft contro il serbo Danilo Petrovic. 

Travaglia e Fabbiano per il bis

Chi lo scorso anno era riuscito a conquistarsi un posto nel main draw è Stefano Travaglia, che in questa edizione aprirà la propria caccia alla qualificazione contro il russo Ivan Nedelko. Anche Fabbiano, che lo scorso anno perse al primo turno da Sam Querrey, punta a ripetere quantomeno il risultato centrato dodici mesi fa, e per farlo dovrà cominciare col battere Clezar. 

Speranza Vanni

Lorenzo Sonego, testa di serie numero 12, ha un primo round agevole contro Safranek, ma sulla sua strada dovrebbe presto pararsi Ernests Gulbis, altro giocatore di livello ben più alto rispetto a quello delle qualificazioni, in ripresa dopo una serie di infortuni. Complicata la via anche per Stefano Napolitano, che affronta Elias Ymer, mentre Luca Vanni parte sostanzialmente alla pari con Kevin King. Favorito, almeno in partenza, Salvatore Caruso: il siciliano affronterà Menendez-Maceiras, numero 146 ATP.