Matteo Salvini, spread, ricapitalizzazione banche, giorgetti, economia reale, vicepremier
Matteo Salvini

“Dopo aver fermato le navi delle Ong, giovedì porterò al tavolo europeo di Innsbruck la richiesta italiana di bloccare l’arrivo nei porti italiani delle navi delle missioni internazionali attualmente presenti nel Mediterraneo”. Sono le parole del ministro dell’Interno, Matteo Salvini. “I governi degli ultimi 5 anni avevano sottoscritto accordi perché tutte le navi scaricassero gli immigrati in Italia ma col nostro esecutivo la musica è cambiata”, ha aggiunto Salvini che in settimana parteciperà al primo vertice dei ministri degli interni Ue nel corso del semestre a presidenza austriaca.

Intanto nella giornata di ieri si è assistito all’ennesimo sbarco a Messina di 106 migranti, raccolti in mare dalla nave militare irlandese Samuel Becket. Dai primi riscontri, sembra che il primo soccorso sia avvenuto in zona Sar libica nella notte fra il 4 e il 5 luglio. Il pattugliatore aveva chiesto al Viminale il permesso di sbarcare e ha ricevuto l’indicazione di Messina.

“Eunavformed è una missione europea ai livelli Esteri e Difesa, non Interni. Ciò che va cambiato sono le regole di ingaggio della missione e per farlo occorre farlo nelle sede competenti, non a Innsbruck”, dove si svolgerà il vertice dei ministri dell’Interno Ue. Così fonti della Difesa interpellate sulle parole del ministro Salvini.