Rischia di essere un’estate bollente per l’isola di Vulcano, nelle Eolie. All’emergenza idrica, ormai cronica, adesso si sta aggiungendo quella dei rifiuti. Il centro comunale dei rifiuti che è utilizzato dalla società Loveral che gestisce il servizio della nettezza urbana alle Eolie, è stato posto, infatti, sotto sequestro dal Nucleo operativo ecologico dei carabinieri, su indicazione della procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto.

Al centro del provvedimento sarebbero irregolarità nella realizzazione dei lavori di messa a norma. Il sequestro rischia di mettere in crisi il servizio della spazzatura in un periodo in cui l’isola di Vulcano è affollata dai vacanzieri. Un problema che va ad aggiungersi, come detto, a quello relativo all’acqua. A causa del ripetersi di danni alle tubature, l’acqua sull’isola è infatti affidata al servizio privato con le navi e dunque il servizio idrico è razionato. Gravi disagi, dunque, per un’isola che passa da 400 a 5 mila presenze nel periodo estivo.