Aggiornato alle: 22:00

Juventus, è il Ronaldo-day. La presentazione: “Qui per lasciare il segno”

di Redazione

» Sport » Juventus, è il Ronaldo-day. La presentazione: “Qui per lasciare il segno”

Juventus, è il Ronaldo-day. La presentazione: “Qui per lasciare il segno”

| lunedì 16 Luglio 2018 - 09:58
Juventus, è il Ronaldo-day. La presentazione: “Qui per lasciare il segno”

Il Ronaldo-day è arrivato, e i tifosi della Juventus sono emozionati come per nessun altro acquisto nella sua storia recente. Il fuoriclasse portoghese, in conferenza stampa ha rilasciato le sue prime dichiarazioni da juventino, nella pancia dello Stadium: “Venire qui è stato molto semplice, ci sono un grande allenatore e un grande presidente, una squadra abituata a vincere. Ho preso la decisione di venire alla Juve molto tempo fa”. 

“Alla mia età – ha aggiunto Ronaldo – di solito i giocatori vanno a giocare in altri paesi, con tutto il rispetto. Ringrazio la Juventus per avermi dato l’opportunità di disputare ancora un campionato competitivo e in un club così grande. Mi piace pensare al presente, questa è una grande sfida ma mi sento pronto, andrà bene”. 

Quando gli si chiede di Serie A e Champions, Cristiano si mostra come al solito sicuro di sé: “Un campionato nuovo è sempre una sfida, ma non ho mai avuto nulla di facile in carriera e sono sempre stato felice di uscire dalla mia comfort zone. Tutti vogliono vincere la Champions League, ma è molto difficile. Ci vuole anche un po’ di fortuna, quella che è mancata alla Juve in questi anni”. 

“Con Allegri – aggiunge CR7 – ho già parlato, mi metterò a disposizione per gli allenamenti dal 30. Voglio essere in campo per la prima giornata di campionato. Non sono venuto qui in vacanza, ma per lasciare un segno nella storia del club e trionfare con la maglia della Juventus. Voglio essere il migliore dentro e fuori dal campo, un esempio in allenamento e per i giovani. Il Pallone d’Oro? Se le cose vanno bene viene di conseguenza, ma non è un mio pensiero”. 

Quando gli si chiede di Ancelotti, gli occhi di Ronaldo si illuminano: “Non ho parlato con lui, ma sarà un grande piacere rincontrarlo qui in Italia. Non mi piace parlare di rivali per la classifica cannonieri, io non ho rivalità con gli altri giocatori. Mi interessa solo far bene per me e per la squadra. Non vedo l’ora di iniziare”. 

A fargli compagnia, nella conferenza stampa di presentazione, il direttore sportivo bianconero Paratici: “I nostri giocatori sono molto contenti dell’arrivo di Cristiano. La sua presenza ci consentirà di alzare ulteriormente l’asticella rispetto alle ultime stagioni”. 

In mattinata Ronaldo aveva svolto le visite mediche al J-Medical, accolto da un migliaio di tifosi al coro di “Portaci la Champions”, per poi passare a salutare i nuovi compagni di squadra al centro di allenamento della Continassa. 

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it