Aggiornato alle: 20:35

Presidenziali Brasile, la procura stoppa la candidatura di Lula

di Redazione

» Cronaca » Presidenziali Brasile, la procura stoppa la candidatura di Lula

Presidenziali Brasile, la procura stoppa la candidatura di Lula

| giovedì 16 Agosto 2018 - 09:27
Presidenziali Brasile, la procura stoppa la candidatura di Lula

Brusco stop per le nuove ambizioni presidenziali di Luis Inacio Lula da Silva. Nonostante il supporto di migliaia di manifestanti ai leader del Partito dei Lavoratori che hanno proceduto alla registrazione della candidatura di Lula alle elezioni presidenziali del 7 ottobre, la Procura generale ha impugnato la decisione. Secondo i giudici, infatti, l’ex presidente non può essere candidato in quanto condannato. 

Lula ci riprova, ma la procura lo ferma 

A muoversi per prima è stata la procuratrice generale del Brasile, Raquel Dodge, che ha presentato la propria richiesta in base alla cosiddetta “legge della scheda pulita”, che dispone che una persona condannata in seconda istanza da un tribunale collegiale non possa candidarsi a un’elezione. Lula è stato condannato a 12 anni di carcere per corruzione e riciclaggio.

Poco dopo anche Kim Kataguiri, leader del Movimento Brasile Libero e l’ex attore porno Alexandre Frota hanno presentato ricorsi analoghi all’autorità elettorale. Lula, intanto, ribadisce in un messaggio ai suoi sostenitori “di essere vittima di una persecuzione giudiziaria“.

Edizioni Si24 s.r.l.
Aut. del tribunale di Palermo n.20 del 27/11/2013
Direttore responsabile: Maria Pia Ferlazzo
Editore: Edizioni Si24 s.r.l.
P.I. n. 06398130820
info@si24.it